Recensione “Compiti a casa” di Kaje Harper

 

 

 

 

 

 

Mac e Tony pensano di essersi lasciati alle spalle i momenti più complicati. Sono usciti allo scoperto come coppia e stanno costruendo una famiglia assieme ai loro due bambini. È tutto ciò che hanno sempre sognato. Ma la figlia Anna fa fatica ad accettare i cambiamenti, Ben è tormentato da vecchi segreti, il lavoro alla Omicidi continua a impegnare gran parte del tempo di Mac e Tony è preso nel mezzo. Ci vorrà tutto l’impegno che questi due uomini potranno dare per creare un equilibrio tra la vita domestica e quella professionale. Soprattutto quando il resto del mondo sembra determinato a ostacolare il loro cammino.

Costruire una nuova famiglia, rimettendo insieme i cocci di due famiglie “rotte” dagli eventi, richiede molta attenzione, delicatezza e perseveranza; ma ciò che più serve in questa operazione è un’ottima colla. Tony si trova suo malgrado ad essere l’unico collante in questo gioco difficile, perché chi doveva condividere con lui questo compito, Mac, è talmente assorbito dal suo lavoro da non riuscire a supportarlo come vorrebbe.

Tony non può permettersi di cedere di un passo o la sua fatica sarà stata vana, ma anche lui ha i suoi impegni da coniugare con le legittime esigenze di tutti, soprattutto dei due figli che adora.

Cosa potrebbe aiutarli? Sicuramente la famiglia e gli amici più stretti sono un valido supporto, ma serve ai bambini qualcosa di più concreto e tangibile per dimostrare loro anche con i fatti che sono una famiglia.

Il destino come sempre ci mette del suo e proprio quando tutto sembra aver raggiunto un equilibrio soddisfacente, ecco che accade l’imprevisto che complica tutto. Mai farsi abbattere è l’imperativo, l’amore per la propria famiglia è lo stimolo, la giustizia è la meta finale da raggiungere.

La trama è godibile e i protagonisti si muovono con discreto spessore durante tutta la narrazione; la resa degli ambient non è speciale, ma è funzionale al sostegno della storia.

SENSUALITA’: 

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA