Recensione “Come accalappiare un nerd” + “Come accalappiare un principe” – Serie Chester Falls #0.5 e #1 di Ana Ashley

Ben ha due passioni nella vita: i libri e Bookmarked, la libreria che possiede nella città di Chester Falls. Ma quando scorge quel tipo dall’altra parte del pub, tutto pensieroso, bellissimo e pieno di muscoli tonici, non riesce a resistere.

 

La vita di Tristan potrebbe essere peggiore, certo, ma trasferirsi in una nuova città e trovare il proprio ragazzo che ti cornifica con un tipo a caso, e tutto nello stesso giorno, è abbastanza in alto nella classifica del “quanto peggio potrebbe essere?”

Le cose iniziano a migliorare nell’attimo in cui un sexy sconosciuto con gli occhiali da nerd e i profondi occhi castani gli rivolge la domanda giusta al momento giusto.

 


È stato un evento unico. Ma non ha significato nulla. Giusto?

 

Però poi il destino li incastra con un secondo incontro, e allora… Ben darà finalmente ascolto alla sua migliore amica? E Tristan metterà da parte il passato per accalappiarsi quel suo sexy topo di biblioteca?

 

Alto, capelli scuri e bellissimo.

Cammina e parla come un principe esotico.

Inoltre, è il mio finto fidanzato.

Non è stata nemmeno una mia idea.

È che quando Kris si è offerto di venire con me al matrimonio di mia sorella non potevo rifiutare, no?

E poi non farà solo capire come stanno le cose al mio ex appiccicoso…

Avrò anche il vantaggio di passare più tempo con lui. L’uomo straniero con quell’accento leggerissimo capace di far saltare al mio cuore non un battito, ma diversi.

Però Kris è in città solo per un breve periodo, e io?

Io non riuscirei mai ad accalappiare un principe nemmeno nei miei sogni più sfrenati.

Come accalappiare un Principe è il primo libro della serie Chester Falls. Leggerete di reali in incognito, un finto fidanzato e una piccola città diversa da tutte le altre

 

 

Hi readers Sale e Pepe, 

Oggi vi parlerò dei libri “Come accalappiare un Principe”, primo della serie Chester Falls, e di “Come accalappiare un nerd”, prequel della serie. 



Ho deciso di fare una recensione unica per due motivi, Come accalappiare un nerd è un volume molto breve di circa 12mila parole che quindi non mi permetteva di scrivere tanto e poi, ovviamente, essendo un prequel, gli eventi in questa storia accadono prima di quello che succede in Come accalappiare un Principe, ma sono strettamente collegati. 

In pratica ci dà il benvenuto a Chester Falls, e ci presenta un po’ alcuni dei personaggi, tra cui anche Charlie, protagonista del primo volume. 



Sin da subito, con la storia di Ben e Tristan, noterete che Chester Falls è una città dove si  incontrano uomini dolci, avvengono situazioni sexy ma inaspettate e gli amici sono invadenti.

Inoltre, come in ogni serie di Ana Ashley, non mancano le vagonate di sentimenti. 



Ben e Tristan sono due giovani, entrambi un po’ disillusi dall’amore, il primo perché dopo tanta ricerca non ha ancora trovato il suo BookBoyfriend nella vita reale – sì, Ben è un topo di biblioteca che legge romanzi rosa a go-go come noi- e il secondo perché tradito dal suo ultimo compagno. 

 

Incontrarsi in un bar non è certo una base solida per una relazione, motivo per il quale entrambi pensano a quella notte come a un trasgressione e una cosa da una volta, anche se pregna di inspiegabile attrazione. 

 

Il fato, la fortuna, il destino o semplicemente la magia di Chester Falls li fa incontrare di nuovo e da lì non sarà più possibile separarli. Li rivedremo felici e innamorati proprio nella storia di Kris e Charlie, anche loro due presi da un colpo di fulmine istantaneo. 



«Tecnicamente sei caduto perché ti ho tirato giù.» «Tecnicamente sei inciampato nella mia valigia.» Sorridemmo entrambi, e il tempo si fermò mentre ancora una volta cadevo momentaneamente sotto l’incantesimo degli occhi scuri di Kris. Mai nella vita avevo sentito il desiderio di conoscere qualcuno più di quanto volessi conoscere lui. Era una sensazione strana.

 

Tutto inizia così, uno scontro, una caduta e di nuovo un’attrazione inspiegabile ma anche irresistibile che li sorprende entrambi. 

 

Di solito non amo gli instant love, però Kris e Charlie sono davvero molto teneri e sin da subito dimostrano di essere in perfetta sintonia, con scambi di battute leggeri e frizzanti e, allo stesso tempo, intensi e pregni di significato. 

 

Niente quindi “lo amo perché è bellissimo e mi fa battere il cuore senza un motivo” ma più un “Con lui mi trovo bene, ci vorrei passare molto tempo insieme, rido, lo trovo sexy e mi piace”. Questo mi ha sicuramente fatto apprezzare la storia anche al di là della dinamica a me poco congeniale. 

 

Kris è un principe giusto, molto “comune”, forse anche troppo in certi momenti, per niente altezzoso o avvezzo a sfruttare il suo titolo, sembra infatti non aver ancora trovato la sinergia tra il principe che è e l’uomo che sente di essere e in alcuni momenti prevale molto più quest’ultimo che il primo. 

Ecco perché Chester Falls è una fuga dalle aspettative che il suo ruolo gli impone. 

 

“All’apparenza, Charlie e Sergei non avrebbero potuto essere più diversi, eppure io volevo “più” Charlie. Desideravo far scorrere le mani tra i suoi capelli rossi, toccargli la pelle scendendo dal collo al petto e vedere se arrossiva anche sotto le mie carezze.”



Charlie si rivela un uomo come pochi, buono, innocente e gentile, pronto ad aiutare ma forse meno ad essere aiutato, e anche per questo Kris si innamora di lui. 

Niente di quello che ha vissuto finora è stato così semplice e reale come quello che prova per lui e Charlie, ferito dal suo ex, non può far a meno di provare le stesse cose, anche se del tutto inaspettate.  



“«Mi sono completamente e totalmente innamorato di te, Principe Kristof Ivan Maxim, o è il contrario, della Lydovia,» ammisi, guardandolo negli occhi. «Non so cosa diavolo vorrebbe mai un principe da uno come me, ma spero davvero che tu…» Kris mi interruppe con un bacio e poi mi sussurrò contro le labbra: «Provo le stesse cose, Charlie Williams. Penso di essermi innamorato di te nell’esatto momento in cui mi sei caduto addosso.» «Sono bollato a vita, vero?» Kris rise. «Spero che tu continui a cadere su di me e a innamorarti di me per il resto delle nostre vite.»”



Un po’ impossibile non fare il paragone tra questo libro e una sorta di fiaba moderna, ma anche con la serie di film che hanno come trope quello del Principe che si allontana dalla vita di palazzo e si innamora (Un principe tutto mio & Co.) la storia è davvero molto simile, con l’aggiunta di una coppia lgbtq. 

Proprio per questo consiglio il libro a chi ha voglia di farsi trasportare in una lettura leggera, con tanto romanticismo e un pizzico di surreale realismo tutto principesco. 



Sono due libri, con quattro personaggi molto teneri, di cui, sono certa, non potrete che diventare fan e tifare per il loro amore.

A breve uscirà la storia di Tom, un amico di Charlie, che ho adorato sin dal primo momento, non vedo l’ora!

Tivvy

firma Claudia

Loading

La nostra votazione
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *