Recensione “Ciao ti presento Alkol” di Daniel Turčinović

trama

Libertà. Questo è lo scopo del viaggio attraverso la vita di Paolo, antieroe senza laurea, innamorato delle donne, del vino e del rum, di una città e di un’altra. Un viaggio con le tasche vuote che scorre sui binari del sesso compulsivo, dell’insonnia, di Rimbaud, di Hugo, della musica, della poesia, e dell’amore,
Sono le lotte quotidiane, sono i capitoli delle avventure di un ragazzo senza comodi alibi o falsi pudori, un ragazzo tenero ma cinico, innamorato cronico ma incazzato con Cupido. Paolo, un bohèmien moderno, che senza donne e vino sarebbe, forse, un uomo qualunque adagiato tra le lenzuola della normalità e ubriaco di una donna qualunque.

recensione

Appena ho cominciato a leggere questo romanzo l’ho sentito tra le mie mani “fortemente maschio”.
Come uno schiaffo che ti colpisce all’improvviso, ma che non ti fa male, anzi ti fa sentire viva.
Con Paolo ho affrontato un viaggio che mi ha lasciato in bocca il sapore dolce del rum e negli occhi, il fumo inebriante di un sigaro aromatico.
Paolo ama il mondo, ama la libertà, ama le donne e sopratutto ama se stesso.
Scazzato e incazzato, mi ha fatto vivere le sue percezioni e il suo modo di osservare ciò che gli accade intorno.
Perché lui osserva tutto, apparentemente con distacco e menefreghismo, ma in realtà con accurata sensibilità e passione.
Paolo è la passione che si scatena in un vortice di sesso, come se non ci fosse un domani, è un uomo che sa amare e che sa concedersi ai suoi desideri.
Senza soldi, senza futuro e senza paura.
Cinico, spietato nelle sue osservazioni, Paolo è lontano dagli stereotipi dell’uomo ideale: è un uomo fatto di verità, quella che vede con i suoi occhi e che descrive egregiamente attraverso le sue parole.
Un romanzo che non ha la presunzione di usare il linguaggio femminile, che va fiero del suo potere di uomo.
Assolutamente da leggere, per l’originalità degli eventi, per il sottile dark humour fatto di cinismo e di realtà.
Se fossi un uomo forse vorrei essere come lui.
Senza una meta, senza destino.

Sensualità:

cuori4

Recensione:

FirmaMarinaB

Editing:

pandora

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *