Recensione “Caos” di Jenika Snow

 

 

 

Questo è il Bleeding Mayhem MC, un club motociclistico dove regnano sovrani sangue, violenza e veri maschi alfa.

Mayem è sempre stato abituato ad avere ciò che vuole e quando l’unica donna che desidera non lo prende in considerazione, è così bastardo da usare i suoi problemi a proprio vantaggio.

Butters non può essere comprata, o almeno così ha sempre creduto. Quando suo fratello si indebita con degli uomini pericolosi, sembra che l’unico modo per lei di aiutarlo sia quello di accettare l’offerta che le fa Mayhem.
Mayhem non ha mai detto di essere un bravo ragazzo, ma se Butters vuole aiutare suo fratello, è a lui che deve rivolgersi. C’è però un prezzo da pagare: tutto ciò che deve fare è essere sua per una settimana. Eppure, più tempo passa con lei, più la vuole per qualcosa in più di una semplice scopata. Vuole che capisca che gli appartiene, e se questo significa far fuori gli uomini che stanno causando problemi a lei e suo fratello, non ha nessuna difficoltà a scatenare la propria violenta bestia interiore.

Effetto Jenika Snow? Farti venire un infarto per la copertina (da urlo, proprio), innamorarti ancora una volta, e per l’ennesima volta, del protagonista rude, bello e dannato e… motociclista (avevo per caso detto che io amo le moto, i motociclisti e tutto il loro mondo? Beh lo ripeto se a qualcuno è sfuggito), storia accattivante, emozionante e da tachicardia.

Bene, ora posso iniziare la recensione, anche se forse nelle parole sopracitate, infarto, bello e dannato, accattivante, ho racchiuso già l’intero libro.

Allora tutto inizia con il protagonista maschile, Mayhem, che, seduto al bar dove lavora lei, “capta” una conversazione tra Butters e il fratello, e quindi? Metterà in opera un accordo per salvaguardare gli interessi di entrambi (così pare), un patto per una sola settimana.

Lei salverà suo fratello riscattando un debito di gioco, Lui avrà la soddisfazione di farla sua per un periodo limitato di tempo e sopperire, così, questa voglia di lei, riuscendo a togliersela dalla testa.

Intorno a loro il mondo della mafia (anche se brevemente accennato) e quello dei biker (e qui ragazzi, si sogna).

Tra older Lady, la passione che si scatena, reticenze per il cuore, l’amore entra prepotentemente nelle loro vite.

Abbiamo il “sesso forte”, non violento ma predominante, abbiamo il cuore che palpita per quel qualcosa che fino a quel momento era mancante, abbiamo due protagonisti che nel loro patto trovano il caos, cosa manca? Il libro nelle vostre mani.

“Chiamami pure bastardo ed egoista… Il pensiero che un qualsiasi stronzo ti possa toccare, accidenti, che anche solo ti guardi mi fa sentire così possessivo e so che questo significa qualcosa: tu sei qualcosa di decisamente importante per me, piccola.”

Jenika ha un modo di scrivere oserei dire Eccitante, la descrizione degli ambienti, dei protagonisti, delle scene mi ispira, mi fa viaggiare di fantasia, mi fa vivere ogni emozione.

ELEONORA

 

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *