Recensione “BRUCI SULLA PELLE” di Danneel Rome

 

 

 

Gabe Hupton ha trentasei anni, ed è il gigolò più pagato di Seattle. Soddisfare le donne per lui non è soltanto un mestiere, è quasi una vocazione. Ma le donne non sono le sole a poter godere delle sue prestazioni. Uomini molto ricchi sono disposti a sborsare cifre astronomiche pur di averlo nei propri letti, anche solo per una notte. E Gabe si concede a chiunque, poiché c’è solo una cosa che gli interessa davvero: il denaro. Tutto comincerà però a cambiare quando i suoi occhi incontreranno per la prima volta quelli di Xylia. Sarà un colpo di fulmine, una passione travolgente che li sconvolgerà entrambi. Ma Gabe sarà disposto a rinunciare alla sua vita fatta di lusso per lei?

Una storia appassionante. Un sentimento tanto intenso quanto inaspettato. Un amore sconfinato e folle, che brucia sulla pelle…

Un erotico dalle tinte forti e dalle emozioni contrastanti.

Nuovo erotic romance che vede, per protagonista, un affascinante gigolò e una giovane dolce e carina che gli farà perdere la testa. La trama non è originale, ricordo almeno altri due gigolò famosi in recenti romance, due Anthony d’eccezione, che hanno rapito il cuore di noi lettrici, ma questo non vieta di conoscerne altri, se meritano.

Gabe è il più pagato e desiderato gigolò di Seattle: donne, soldi e feste ma anche partner poco desiderabili e una vita umiliante con tanti rospi da mandare giù.

Xylia è una commessa in un negozio di alta moda e vive con la sua famiglia. È una ragazza carina e spigliata con una vita normale.

L’incontro fra i due è amore e odio a prima vista, in cui lui è arrogante e sicuro di sé e lei è reticente. Ma Gabe è uno abituato a sentirsi dire sempre di sì, soprattutto dalle donne, e pur di averla escogita un sordido inganno che è quasi d’obbligo gli si ritorca contro al momento più opportuno.

Una bella storia dove l’amore prende e cambia i due protagonisti, dove smuove le montagne, ma fa anche soffrire, sperare, arrabbiare e soprattutto ribollire il sangue perché l’erotismo è molto forte in queste pagine e gioca un ruolo primario.

Piacevole e scorrevole anche la narrazione, senza drammatici colpi di scena, ma sempre corretta, precisa e coinvolgente.

Consigliato!!!

firma Claudia

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *