Recensione “ARTHUR LEWIS: OBLIVION. Las Vegas Series Vol 1” di Lucrezia Falconieri

 

 

 

 

 

Arthur Lewis, imprenditore e scapolo d’oro di Las Vegas, sa chiaramente cosa pretendere dalla vita.

Proprietario di tre casinò, trascorre le notti tra le grane e le incombenze di chi è padrone di un impero tanto vasto. Un affascinante e cinico seduttore che vive il sesso con dissolutezza, convinto che tutto abbia un prezzo, donne comprese.

Arthur Lewis vuole? Arthur Lewis ottiene.

Quando la misteriosa Veronica gli nega, però, i piaceri di una notte, il suo mondo vacilla…

Ho trovato per caso questo romanzo e pagina dopo pagina mi ha letteralmente conquistata.

Parliamo di un romance, con sfumature erotiche e anche dark, che ad una prima analisi sembra avere poco del romanzo d’amore e invece ne è impregnato perché solo l’amore, quello vero, cattura le persone per diverse che siano e non le lascia più.

Arthur è il classico maschio Alpha: bello, affascinante, ricco, pieno di potere e di carisma. Quello che vuole se lo prende e spesso non deve neppure chiedere. Le donne lo desiderano e gli si buttano ai piedi e lui ne approfitta. Non vuole però nessun coinvolgimento, al punto che le paga, sempre, tutte. Diciamo la verità, un uomo così nella vita vera non lo vorrei, eppure nei romanzi, se ben scritti come in questo caso, ci sta proprio bene. Perché nei romanzi possiamo sognare che per amore si cambi, si trasformi, che per lei e solo per lei, diventi un uomo innamorato. Spesso accade, nei romanzi, nella realtà mai direi ed è giusto così, perché amare vuole anche dire rispettare la persona per ciò che sono e non per quello che vorremmo, ma datemi atto che nei libri si possa e si debba sognare e uno come Arthur vi assicuro che, dopo averlo conosciuto, popolerà i vostri sogni per molto tempo.

Fin qui potresti dirmi che è la solita minestra ed io potrei anche rispondere che non avete tutti i torti, soprattutto se ad un certo punto saltasse fuori la solita ragazzina vergine e ingenua che fa perdere la testa al nostro eroe tenebroso e invece no, l’autrice ha messo in campo una donna vera, con esperienza e carattere, un chirurgo che sa il fatto suo e non intende farsi sottomettere dal bellone di turno ed è forse qui che la cosa si fa interessante, sia per Arthur che per il lettore.

La storia è accattivante, ricca di lotte interiori per entrambi i personaggi come anche fra di loro, molta introspezione, molto “animo”, raccontato con uno stile unico, elegante, sobrio ma ricercato, fluido e al tempo stesso raffinato, che arricchisce la narrazione e la rende piacevole e brillante. Un incalzare di eventi e di colpi di scena, di prendersi e lasciarsi, di provare e trattenersi, fino ad un epilogo… diverso dal solito e che apre le porte per un tanto atteso seguito.

Consigliatissimo!!!

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

 460 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA