Recensione + Approfondimento “Loveless” di Alice Oseman

 

Hi readers Sale e Pepe

Oggi una recensione un po’ diversa, ho deciso di leggere questo libro, ovvero Loveless perché, tra tutto ciò che ha scritto Alice Oseman, mi ha colpito subito per il tema trattato, ovvero l’asessuliatà (e non solo), soprattutto dopo le ricerche che ho fatto per un mio post su Instagram.

“Georgia ama le storie d’amore. Tutte. Da sempre. E crede nella magia dell’amore raccontata nei film, nei libri e nelle fan-fiction romantiche da cui è ossessionata. Eppure, a diciotto anni, non ha mai baciato nessuno e non ha mai avuto nemmeno una cotta di quelle folli. Ma, come le dicono i suoi migliori amici Pip e Jason, prima o poi anche lei troverà la persona giusta. Così si dice, no? L’inizio dell’università, in una città che non conosce, lontana da casa, sembra l’occasione perfetta: incontrerà persone nuove, vivrà nuove esperienze e finalmente anche lei imparerà a godersi le farfalle nello stomaco di cui parlano tutti. E poi Georgia ha un piano. Con l’aiuto della sua esuberante compagna di stanza Rooney, che come lei ha una passione smisurata per Shakespeare, riuscirà a realizzare il suo sogno, forse. Ma quando finisce in mezzo a una personalissima commedia degli errori che crea il caos tra i suoi amici di sempre, Georgia inizia a domandarsi perché l’amore sembri così facile per tutti tranne che per lei. Quando poi le appioppano definizioni mai sentite come asessuale o aromantica, incertezza e confusione aumentano a dismisura. Che sia davvero destinata a restare senza amore? O forse, per tutti questi anni, si è tanto affannata a inseguire la cosa sbagliata? E poi, chi lo dice che quello romantico, alla fine, sia l’unica forma possibile di vero amore? “

Eccomi qui a parlare di Gerogia e del suo percorso di scoperta di se insieme ai suoi vecchi e nuovi amici.

Devo dire subito che ho dovuto interrompere molte volte la lettura, sia per portarne avanti altre per il blog (più urgenti), sia perché mi aspettavo un libro diverso, più “semplice”, e anche più breve forse. Invece, mi sono trovata davanti un bel mattoncino, pieno di sentimenti ed emozioni contrastanti e contorte (proprio come l’adolescenza, in realtà). 

All’inizio ho anche faticato a comprendere Georgia e questa è stata la cosa che mi ha aperto di più gli occhi. 

Da un lato ero incuriosita da lei e dal suo modo di essere, dall’altro ero anche pronta a giudicare in maniera “negativa “, o meglio, a non accettare quello che stava succedendo nella testa di Georgia, forse proprio perché la prima a non capirlo e comprenderlo era lei. 

Passato il momento di conoscenza, ho apprezzato sia Georgia che tutti i personaggi secondari. 

La Oseman, come sempre, ci ha regalato un bellissimo pot-pourri di protagonisti con caratteristiche e personalità differenti, ma tutti ugualmente ben scritti e realistici. 

Ho amato questa lettura e mi ha decisamente lasciato qualcosa dentro, un nuovo modo di vedere e accettare un’altra sfumatura della vita umana, per questo non posso far altro che consigliarvela.

Se però, come me, siete curiosǝ e volte conoscere qualcosa in più sulla comunità Asessuale e Aromantica, di cui la stessa autrice, se non sbaglio, fa parte, ecco due righe di spiegazione per voi. 

Come sempre parlo da outsider e tutte le informazioni che troverete in questo post sono state raccolte tramite profili di attivisti aroace che seguo ma sono sicuramente incomplete. 

Comunque eccole qui:

Cos’è l’asessualità?

L’asessualità è un orientamento sessuale che consiste nel non provare attrazione sessuale verso alcun genere. 

Nell’asessualità esiste uno spettro in cui sono incluse tutte le persone che possono provare attrazione sessuale raramente o in condizioni molto specifiche.

E cos’è l’aromanticismo?

L’aromanticismo è un orientamento romantico che consiste nel non provare attrazione romantica verso alcun genere. 

Nell’aromanticismo esiste uno spettro in cui sono incluse tutte le persone che possono provare attrazione romantica raramente o in condizioni molto specifiche.

C’è differenza tra orientamento sessuale e orientamento romantico. 

Le persone asessuali (e non solo) possono avere un orientamento romantico che differisce da quello sessuale: asessuale aromantica, asessuale omoromantica ecc. Le persone aromantiche (e non solo) possono avere un orientamento sessuale che differisce da quello romantico: omosessuale aromantica, bisessuale romantica ecc.

Non tutte le persone asessuali sono aromantiche, così come non tutte le persone aromantiche sono asessuali.

L’asessualità e l’aromanticismo inoltre, come detto in precedenza, sono uno spettro all’interno del

quale abbiamo: la graysessualità, il grayromanticismo, la demisessualità e il demiromanticismo.

Le persone asessuali non hanno mancanza di libido, possono ugualmente m*sturbarsi o, se sono sex favourable, avere rapporti sessuali.

Inoltre, nonostante la parziale o totale mancanza di attrazione sessuale possono provare altri tipi di attrazione come l’attrazione estetica o l’attrazione sensoriale (coccole, abbracci, baci ecc.).

Spero di avervi incuriositǝ, sia tramite la recensione di Loveless che con questo piccolo approfondimento. 

Grazie come sempre per leggere le mie parole, anche quando non sono solo pareri sui libri!

ELEONORA

 119 total views,  1 views today

La nostra votazione
Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *