Recensione “Ai tuoi ordini” di Isobel Starling

 

 

Un matrimonio, due testimoni, una splendida storia d’amore.
Declan Ramsay sarà il testimone alle nozze scozzesi del fratello, e si vede costretto a condividere quel ruolo con Sam, il fratello minore gay della sposa. Non potendo incontrarsi, se non pochi giorni prima del matrimonio, i due testimoni si sono scambiati solo e-mail per un anno intero.
Una volta incontrato Sam Aiken, Declan rimane sorpreso nel vedere che la persona che ha di fronte non è affatto un ragazzino, ma un uomo in tutto e per tutto, biondo, bello, atletico e con uno spiccato senso dell’umorismo. Declan è allarmato dalla travolgente attrazione che prova per Sam e quando capirà che questa è reciproca, gli eventi al Castello di Dunloch cambieranno tutto ciò che Declan aveva creduto di se stesso, fino a quel momento.
Ma Sam Aiken è davvero ciò che sembra?

Un viaggio per caso in comune, stessa destinazione: un matrimonio a cui partecipare.

Un inizio da solito cliché, due ragazzi si incontrano, sarà amore e passione? il tutto prosegue con qualche piccolo picco di adrenalina e a metà libro… si scatena di tutto.

Sono rimasta lì con il kindle in mano a leggere di scenari particolari, un’evoluzione della trama piuttosto originale, si ha “la licenza di uccidere”, si ha umorismo e sarcasmo nei dialoghi, battute da primato, personaggi ben definiti e descritti.

E poi ragazze, volete mettere il fascino del Kilt con dei semplici pantaloni? Già qui il romanzo acquista più di un punto, la storia che si evolve in maniera inaspettata, l’epilogo non scontato, e l’ironia che fa da padrona per gran parte del libro, e poi? Il castello… suggestivo, romantico, misterioso e… da favola.

ELEONORA

 

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *