Recensione “Accanto” di Marie Sexton

trama

Il giovane Dominic Jacobsen sospetta di essere gay e ne ha la conferma quando un ricco ragazzo proveniente da fuori città sale sul sedile posteriore della sua GTO. Gli basta una serata con Lamar Franklin per convincersi di aver trovato l’uomo dei suoi sogni. Sfortunatamente, quella serata sarà l’unica cosa che avrà prima che l’altro lasci il Colorado.
Quindici anni dopo, Lamar torna a Coda, dopo aver messo fine all’ultima di una lunga serie di pessime relazioni. È solo, depresso e tormentato da telefonate notturne anonime. Ormai sul punto di arrendersi, si trova faccia a faccia con il passato.
Da quando aveva diciassette anni, Dominic sogna di incontrare di nuovo Lamar, ma questo non significa che sia pronto per vivere una storia. Affrontare i pettegolezzi tipici di una piccola città e i soliti drammi di una grande famiglia è già difficile, ma ciò che più lo preoccupa è perdere la custodia della figlia adolescente, Naomi. L’unica soluzione è assicurarsi che lui e Lamar rimangano amici e nulla più. Dovranno tenersi addosso i vestiti, qualsiasi cosa accada.
Semplice. Che si riveli un bene o un male, Lamar sembra però pensarla in altro modo.

recensione

Per la prima vera volta mi sono trovato di fronte a un libro con protagonisti assoluti due uomini, e anche con scene di sesso esplicito. Il mio più grande dubbio era se avrei o meno trovato disturbante leggere e immaginare certe situazioni, un po’ è stato così. Ma non come mi aspettavo. Una volta superato quel poco di imbarazzo che avevo ho capito che la passione è uguale per tutti, donne e uomini, i momenti di desiderio e di intimità hanno tutti gli stessi ingredienti. Quindi devo dire che, una volta capita la cosa, la scorrevolezza con cui ho letto questo libro è stata piacevole. La storia di Dominic e Lamar ha un che di realistico, sono tutte cose che apprezzo in un libro di questo genere. Quando è tutto verosimile, paure e incertezze, gioie e piacere, felicità e tristezza, è più facile entrare nella storia, magari come osservatore esterno come è stato per me in questo caso.
Ci sono begli attimi anche di allegria, una cosa in particolare verso la fine mi ha fatto letteralmente morire dal ridere, tanto che a quel punto avevo già deciso che il libro mi era definitivamente piaciuto.
L’unica pecca che posso attribuire a questo libro è la mancanza di una certa femminilità, che avrebbe toccato maggiormente le mie corde. Ma è giusto in questo modo, essere gay non significa essere femminile e infatti nel libro non è mai così. Sono due uomini che travolti da una passione, nata in giovane età, si ritrovano adulti con lo stesso desiderio e la stessa voglia. Quindi, chi apprezza la cosa sono sicuro che non troverà difficoltà ad amare questa storia. Io ci sono riuscito solo fino a un certo punto, e sinceramente mi dispiace avere un limite del genere.
Il romanzo tratta anche una tematica come il coming out, e credo che più di una persona che ha dovuto affrontare la cosa non faticherà a immedesimarsi, e questo secondo me è un altro punto a favore di quest’opera.
In definitiva non posso che promuoverlo e consigliarlo.

Sensualità:

cuori3

Recensione:

jager

Editing:

mandy

 451 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA