Recensione “A Parigi tutto può succedere” di Sara Lia Giordano

 

 

 

 

 

Elisa e Sofia: possono esistere due amiche più diverse? Insicura, goffa e con un fidanzato ingombrante la prima; fissata con lo shopping, cinica e spirito libero la seconda. Elisa ha due grossi problemi da risolvere: una relazione che si sta raffreddando e l’imminente partenza per l’Erasmus a Parigi da comunicare al suo fidanzato. Sofia invece è una donna spaventata dai sentimenti: nella sua vita non si è mai, ma proprio mai, innamorata. Riusciranno due simpatici inquilini, a sconvolgere la vita di queste ragazze? Benvenuti a Parigi, un luogo in cui vale la pena cogliere le sorprese che il destino ci riserva, anche se non si è pronti a riceverle.

Una piacevole storia romantica, leggera e divertente, perfetta per trascorrere qualche ora in assoluto relax.

Elisa e Sofia, amiche da sempre, sono pronte a lasciare l’Italia per volare a Parigi dove, grazie al programma Erasmus, avranno la possibilità di studiare per dieci mesi alla Sorbonne.

Entrambe sono decise a vivere al meglio questa fantastica esperienza, beneficiando di tutto ciò che la vita parigina può offrire a due giovani ragazze come loro!

Un periodo lontano da casa, inoltre, permetterà ad Elisa di riflettere sulla sua vita sentimentale e sul suo rapporto, ormai logoro, con il fidanzato Stefano, il quale, da tempo, è diventato troppo critico e svilente nei suoi confronti: la sminuisce, la mortifica, la umilia, facendola sempre sentire sbagliata e mai all’altezza delle situazioni. L’incontro con Andreas, un ragazzo completamente diverso da Stefano, consentirà ad Elisa di ritrovare fiducia in se stessa: questo le basterà per dare una svolta alla propria vita o le insicurezze che da sempre la accompagnano saranno troppo radicate in profondità per permetterlo davvero?

Anche Sofia, nel frattempo, ne vivrà delle belle e vi farà divertire con la sua simpatia, grinta ed esuberanza! Spesso avrei voluto saltare la storia di Elisa per leggere solo le parti dedicate a questa pazza amica e alla sua reticenza nei confronti delle relazioni stabili!

Un romanzo scorrevole, simpatico e giovanile, forse a tratti non troppo approfondito ma comunque tenero e ben scritto. Bellissime le citazioni riportate all’inizio di ogni capitolo!

Solo una domanda (attenzione: è spoiler!): “Ma davvero una ragazza potrebbe mai interpretare male una frase così tenera e romantica come quella che Andreas sussurra ad Elisa?” Impossibile!

Nonostante questa piccola pecca, consiglio di leggerlo: un sorriso sulle labbra non fa mai male, e un viaggio nella magica Parigi non si rifiuta mai!

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA