“LA ROSA DEI VENTI” di Keihra Palevi – Recensione

 

 

 

 

 

 

Contiene tutti e tre i Volumi (Nel mio Mondo-L’oceano tra noi-Oltre).

Laureen Venier: ventidue anni, vive in Riviera del Brenta (Venezia) portando sulle spalle il peso della fabbrica di mobili ereditata dal padre, scomparso in un incidente dalle dinamiche poco chiare. Fabbrica gravata da una grossa ipoteca a causa di un prestito molto gravoso contratto con un misterioso amico.

Miguel De Marchi Duartes: ventinove anni, è il figlio naturale di uno spietato imprenditore di origini italiane. Fino all’adolescenza è cresciuto tra i rochos di Caracas, Venezuela. Alla morte del figlio legittimo, il padre lo riconosce per motivi di opportunità e lo strappa alla sua famiglia adottiva. Dovrà imparare tutto di quel nuovo mondo e ben presto il padre, verso il quale egli prova grosso rancore, lo metterà a capo di un impero.

Laureen si trova a chiedergli aiuto in un tentativo disperato per evitare che la fabbrica, ormai sull’orlo della rovina, venga rasa al suolo per fabbricarvi un ipermercato. Ignara crede di rivolgersi al segretario di De Marchi senior, ma ben presto scoprirà di dover trattare con il figlio riconosciuto tardivamente.

Miguel De Marchi Duartes è uno splendido giovane uomo cresciuto strappato alla sua famiglia adottiva. Nel suo sangue per metà indio scorre rabbia e lealtà, odio feroce e amore infinito. Cresciuto in luoghi dimenticati sarà costretto ad adattarsi alla sua nuova condizione nella società che conta.

Tra i due scatta la scintilla, ma il senso del dovere di Miguel lo porterà a lasciare Laureen con la morte nel cuore.

Inconfessabili segreti del passato gettano la loro pesante rete sul presente. Segreti che via via verranno alla luce facendo vacillare un Amore rinato come per miracolo.

Tra Venezia e Naviglio da una parte e, Oltre Oceano, Caracas e la splendida natura venezuelana, tra il Palazzo Reale e l’Amazzonia, si snoda questa vicenda contemporanea romanzata che trae spunto da una storia realmente accaduta. Una storia che lascerà il lettore col fiato sospeso fino all’ultimo.

Avevo letto il primo volume e mi ero appassionata alla storia, così ho preso direttamente la trilogia.

La storia è molto originale, diversa dalle solite in cui non solo si conosce già il finale ma anche tutto ciò che c’è nel mezzo.

Mi ha subito rapita l’ambientazione veneziana fatta di arte ed eleganza, mischiata al calor sudamericano e poi, quando i protagonisti si incontrano per la prima volta, è un’esplosione per i sensi e per la mente, subito seguiti dal cuore.

Laureen è una ragazza come tante ma con tante cose da dire. La sua non è stata una vita piatta, anzi, è ricca di storia, di duro lavoro, di amore e di una famiglia che l’ha cresciuta con amore ma che ora non c’è più se non nelle persone di Claudia e del marito, custodi e tuttofare della villa di famiglia. Ha avuto tanto dalla vita, ricchezza in ogni senso, ma dalla morte del padre non le è rimasto più nulla se non debiti nell’azienda di famiglia di mobili fatti ad arte.

Poi un giorno arriva Miguel e qui ci sarebbe da aprire un capitolo per farvi capire quanta roba sia Miguel, ma proseguiamo con sobrietà.

Miguel è il capo dell’azienda che dovrebbe liquidare quella di Laureen, ma fra i due l’attrazione e la passione è talmente forte fin da subito che il lavoro verrà messo in secondo piano.

Il loro è un amore unico, viscerale, totale, che farà toccare loro vette altissime ma anche dolori enormi quando il destino si metterà in mezzo. L’autrice, infatti, è maestra nel far soffrire i protagonisti e di rimando i lettori.

Molto, molto bella questa trilogia non solo per la storia d’amore ma anche per lo stile unico, l’eleganza nel narrare, la facilità nel coinvolgere.

Super-consigliato!!!

firma Claudia

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *