Intervista veloce a… Royal Books

INTERVISTA VELOCE A…
ROYAL BOOKS

Ringraziamo Lorena Salza, editore, e Annalisa Cesaretti, ufficio stampa, per aver risposto alle nostre domande.


  • Quando e come è nata la casa editrice? Chi è stato l’ideatore o l’ideatrice?

Lorena: La Royal Books è nata nel corso del 2019, appena prima dell’inizio dell’estate. È nata per realizzare un piccolo sogno di creare qualcosa che c’era ma che, allo stesso tempo, non c’era, ma anche – dico la verità – per crearmi un’opportunità lavorativa dando al contempo uno spazio ad altre persone meritevoli. L’ideatrice e titolare sono io, Lorena, ma in realtà senza Annalisa e Pamela (Fattorelli, grafica, ndr) su tutte (ma ci sono anche diverse altre ragazze che collaborano sempre come freelance), la Royal non potrebbe esistere.

Siamo una squadra, lavoriamo come fossimo una sola persona. Capita che un romanzo venga valutato sia da me che da Anna, oppure da una delle altre collaboratrici freelance. È un qualcosa che avviene naturalmente perché ci confrontiamo.

Siamo amiche? Sì, assolutamente. Queste ragazze sono come sorelle per me (ultimamente poi siamo anche piuttosto telepatiche) ma quando lavoriamo… siamo solo colleghe.

  • Cosa vi contraddistingue da altre case editrici? Qual è il vostro punto di forza?

Lorena: Non credo sia compito mio dire cosa differenzi la Royal Books dalle altre, ogni realtà è a sé. Forse è una domanda da fare a chi legge le nostre pubblicazioni o alle autrici. Io sono troppo di parte… quindi per rispondere lascio che sia Annalisa a raccontarvi la Royal dal suo punto di vista di responsabile dell’ufficio stampa ed autrice. Anna… a te.

Annalisa: Penso di non sbagliare – né di esagerare – nell’affermare che qui alla Royal l’aria che respiriamo è composta in prevalenza da empatia. Cerchiamo sempre di metterci nei panni dell’altro, anche quando ci calzano stretti e rischiamo di finire in apnea pur di chiudere ogni zip. Il nostro motto interno, di team, insomma, è “be kind” e chiunque entri a far parte della Royal Books può aspettarsi di ritrovarsi in un ambiente che, oltre ad essere professionale, è innanzitutto cordiale. Perché per noi cordialità e professionalità viaggiano sullo stesso binario. Non potrebbe esserci l’una senza l’altra. Non potremmo lavorare ogni giorno con dedizione e passione senza prima rivolgere un semplice “Come va, stai bene?” all’altro.

  • Quali generi pubblicate?

Lorena: Romance in quasi tutte le sue sfaccettature.

  • Come scegliete un libro da pubblicare?

Annalisa: Ci mettiamo innanzitutto il cuore nelle nostre scelte. Nel senso che, prima che al cervello, diamo retta all’organo che ci pulsa nel petto. Quindi potrei dirvi che quando inizia a battere all’impazzata significa che ciò che stiamo leggendo merita di passare allo step successivo, quello dell’analisi più approfondita. In questa fase ci concentriamo in modo particolare sulla narratività della storia che ci è stata proposta e in base a degli specifici indici decidiamo se la trasformazione nel famoso “romanzo che vorremmo leggere” sia possibile o meno.

  • Che consigli dareste a chi vorrebbe scrivere un libro?

Lorena: Studiate, non improvvisatevi. Non pensate che scrivere sia facile anche se può apparire così solo perché ci provate e in un mese avete sviscerato la vostra idea, cartella editoriale dopo cartella editoriale. La scrittura è studio, informazione, pazienza, lavoro sul testo.

  • Cosa deve fare un autore emergente per contattarvi?

Lorena: Sul sito ci sono tutte le info. Andando nella pagina dedicata ai manoscritti è possibile ogni sorta di indicazione in merito e i due metodi per inoltrare il proprio manoscritto. I metodi sono: o l’email classica o la compilazione del form apposito. In ogni caso ci devono essere tutte le informazioni indicate nel box. Valutiamo sia opere che sono già state edite, sia inedite.

  • State lavorando su nuovi progetti? Se sì, ci potete raccontare qualcosa?

Lorena: Nuovi progetti… Beh, in pentola bolle più di una cosa. Sicuramente dal mese di settembre verrà attivato su Facebook il gruppo dedicato ai lettori della Royal. Lo gestiranno Annalisa e Tina Brooks. Personalmente sto lavorando al calendario 2021-2022 che è praticamente definito e poco prima di San Valentino 2021 ci sarà un’uscita molto importante in quanto sarà sì un romance, ma con una profonda radice in una tematica sociale troppo spesso dimenticata. Nel 2021 saremo poi presenti con un tavolo tutto nostro al FRI21 (come molte sapranno doveva esserci quest’anno, ma giustamente è stato rimandato a causa del Covid) e sto lavorando su due progetti di cui non svelo nulla per scaramanzia.


Potete trovare la Royal Books anche su e

piume colorate

INTERVISTA A CURA DI firma Claudia

 125 total views,  2 views today

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA