“Igor” di Marta Maddy – Recensione

 

 

 

“Tre cose che avevano scalfito e marchiato la mia pelle. Tre cose che mi avevano reso quello che ero. Non era tutto un bene, né tutto un male. Sapevo solo che ognuna di esse mi aveva reso un essere umano solo a metà.”

Igor Ivanov, da sempre braccio destro di Aleksandr Volkov (capo della Bratva), combatte contro i suoi demoni da troppo tempo, ormai. Dentro di lui continua la guerra tra un doloroso passato e un sanguinoso presente. Eppure, lui conosce l’amore, quel calore che ti tiene al sicuro perfino durante i temporali peggiori e la parte più umana di lui, lo brama più di qualsiasi altra cosa al mondo. Quando la donna che è stata come una seconda madre per lui viene a mancare e sua figlia Irina prende il suo posto come domestica in casa Volkov, ogni demone di Igor si risveglierà, portando in superficie la sua costante insicurezza di non essere mai all’altezza, mai abbastanza. Ma lei sa che, dietro a quell’aspetto glaciale da sicario, Igor è molto di più, qualcosa che aspetta da troppo tempo di tornare a vivere. Igor e Irina insieme sono indistruttibili, ma divisi sono persi. Alla ricerca della verità e costantemente ad un passo dalla morte, quello che sentono l’uno per l’altra, dovrà combattere la guerra più devastante di tutte e non è detto che, alla fine, sarà il bene a vincere.

Secondo volume della serie ma autoconclusivo come il primo.

Ci narra la storia di Igor, già conosciuto come il braccio destro di Aleksandr Volkov capo della Bratva, e Irina la figlia della domestica dei due ragazzi che ha fatto loro da seconda madre.

Igor è un uomo leale e letale, lo abbiamo visto come un tipo silenzioso e solitario, chiuso e glaciale. In realtà è stata la vita a renderlo tale perché lui l’amore e l’affetto li ha vissuti sulla sua pelle, ecco perché quando nella sua vita entra Irina riconosce il sentimento che prova per lei.

Irina invece è una ragazza dolce e a tratti ingenua, vissuta in un mondo molto diverso da quello della mafia. La sua delicatezza però va di pari passo con una tenacia che spesso sfocia in pura testardaggine.

Igor e Irina insieme sono una forza della natura: dove lei tira fuori il vero Igor, che scalpita da sempre di essere altro oltre a uno spietato killer, lui tira fuori la donna che c’è in Irina al di là della bellissima fanciulla da proteggere.

Una bella storia e due protagonisti piacevoli e interessanti. Infine, una scrittura accattivante.

Consigliato!

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *