Doppia recensione “Non avrei mai pensato a noi” di Lauren Blakely

 

 

 

Non sono mai stata così furiosa con un uomo che desidero baciare. Dicono che gli opposti si attraggano, ma mi permetto di dissentire. Nel mio caso più che attrarsi, prendono fuoco. Perché ogni singola volta che parlo con Zach Nolan, ci vedo rosso. Il papà single troppo attraente, troppo intelligente, troppo affascinante che lavora in fondo al corridoio è un campione nello sport di darmi fastidio. Non potrebbe che essere così: siamo una wedding planner e un avvocato divorzista. Il problema è che, quando siamo costretti a passare del tempo insieme per organizzare la festa di fidanzamento dei nostri migliori amici, comincio a conoscere dei lati segreti di Zach che potrebbero persino piacermi. Ho paura di starmi innamorando del mio peggior nemico.

Non sono in cerca di amici. I miei obiettivi sono semplici: lottare all’ultimo sangue per i miei clienti, e per la mia famiglia. L’ultima cosa che mi serve è una wedding planner vivace, estroversa, sarcastica, e dal cuore incredibilmente grande con cui passare il mio prezioso tempo libero… eppure, guardare Piper fare amicizia con mia figlia potrebbe abbattere le pareti di mattoni che ho costruito intorno al mio cuore negli ultimi anni. A quelli come me non capitano seconde occasioni. O sì?

Una wedding planner e l’amico divorzista, quando si dice che gli opposti si attraggono, ma della serie anche opposti sul lavoro.

Se da un lato Piper unisce, dall’altro Zack li separa nel migliore dei modi.

Single lei, mai in cerca di amore, troppo impegnata, le piace vivere il sogno altrui.

“Dannatissima Piper. La donna del college, la donna dei matrimoni, la donna in fondo al corridoio del mio stesso edificio. La voglio lontana da me. Lei è il nemico.”

Zack, vedovo, con un matrimonio da favola alle spalle e due figli presenti.

“Un uomo come Zach ha già dato via il suo cuore, come mia mamma ha fatto con papà.”

Amici-nemici nella vita, stesso pianerottolo, alta l’attrazione.

Un matrimonio in comune, testimone lui, damigella lei, sarà l’occasione per la rivelazione di quei sentimenti messi ad un angolo?

“Mi fai sentire così tante cose. Mi fai sentire tutto. Per tantissimo tempo non ho più creduto di potermi sentire così.”

C’era una volta una wedding planner che credeva di disprezzare l’avvocato divorzista. Ma in qualche modo gli opposti si sono attratti e i nemici sono diventati amanti e molto di più.

Con gli occhi a cuoricino vi lascio questa recensione che sa di amore, di speranza, di seconde opportunità e di quel tanto amato odio-amore.

Peperine eccomi a voi con una nuova lettura. Il libro di cui vi parlo oggi ci racconta di una storia particolare, quella di un avvocato sexy e determinato, un vero e proprio squalo nel suo campo. Ha però un notevole bagaglio sulle spalle: un amore unico e grande che gli ha regalato due figli, Lucy e Henry, e che lo ha abbandonato troppo presto. È un uomo che dopo due anni dal lutto intende riprendere in mano la sua vita, ma ha una fastidiosa vicina di ufficio con la quale non si prende e con cui nascono battibecchi al vetriolo. Zach Nolan è un avvocato divorzista, Piper Radcliffe è una wedding planner, più diversi non potrebbero essere, ma se è vero che gli opposti si attraggono, qui potrebbero presentarsi scintille…

 

Se analizziamo bene la trama, non troviamo nulla di nuovo, nulla di originale: c’è il papà bello, vedovo, uomo carismatico e di successo; poi c’è lei, vecchia amica del college, che già a quei tempi mal lo sopportava. Ma a me ha convinto fin dall’inizio. Ho letto questo libro in due giorni, non riuscivo a staccarmi dalle pagine, complice un turno leggero di lavoro, ho messo in stand-by la mia vita e mi sono immersa in questa storia. Mi è piaciuta molto, nel suo complesso, nella storia che Zach ha alle spalle, trattata con molta delicatezza, quel lutto che rimane ma che con il passare degli anni riesce ad elaborare. Ho amato Lucy e la sua saggezza di bambina cresciuta troppo in fretta, ho amato anche Henry e la sua genuinità di figlio minore, troppo piccolo per ricordare un dolore così grande, e secondo me, creati come personaggi di rilievo. Mi è piaciuto molto il modo in cui l’autrice ha trattato questa storia partendo con una verve frizzante, un botta e risposta di due personaggi che sono vicinissimi all’odio. Nella prima metà infatti troviamo un ritmo allegro con dialoghi accattivanti e serrati, ma è nella seconda metà che la trama si sviluppa seriamente, lasciando spazio all’introspezione dei personaggi, alla ricerca di una soluzione per quella passione improvvisa e inaspettata. È quel tipo di storia che ti rimane addosso anche mentre fai altro, mentre sei al lavoro pensi a loro, a come si potrebbe sviluppare la trama. Piper e Zach sono ben caratterizzati: in lei c’è l’insicurezza del non essere all’altezza, di rimanere l’eterna seconda; in lui c’è la paura di sbagliare perché arrugginito nell’arte del corteggiamento…e all’inizio di errori ne fa. Ma sono tutti assolutamente perdonabili. Un’altra cosa che ho apprezzato molto in questa trama, è che non ci sono sotterfugi, i dubbi sono quasi subito neutralizzati dal dialogo che i protagonisti hanno tra loro. Nessun dramma, nessuna incomprensione quindi. Poi ci sono Charlie e Jennifer, amici per la pelle dei nostri protagonisti: una storia corale che mi piace e mi intriga. Le scene calde sono molto passionali, ma anche molto dolci. La storia è narrata attraverso il pov di entrambi e questa è una cosa che mi piace davvero tanto. Quindi, tirando le somme, è un libro da leggere per sognare, per riflettere…una storia dolce che non può mancare nella vostra libreria.

Alla prossima!

BARBARA M

ELEONORA

 71 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA