Doppia recensione “I segreti del mercante di cioccolato” di Maria Nikolai

 

 

 

Stoccarda, 1926.Serafina si è da poco trasferita dal fratellastro Victor nella splendida tenuta che tutti chiamano “La villa del cioccolato”, di proprietà di un’antica e rinomata famiglia di cioccolatai.

Il nome dei Rothmann, infatti, è conosciuto ben oltre i confini della città per le raffinate creazioni di pasticceria, vere e proprie opere d’arte.

L’affascinante Karl Rothmann cercherà di fare dimenticare a Serafina la nostalgia per la sua città natale, Berlino, ma la passione per la musica e il pianoforte la faranno innamorare perdutamente del fratello gemello, già promesso a un’altra.

Mentre l’impero del cioccolato dei Rothmann viene minacciato da insidiosi atti di sabotaggio, Serafina sarà costretta a tornare a Berlino per fare i conti con il passato.

Combattuta tra la laboriosa Stoccarda e la Berlino sfrenata dei ruggenti anni Venti, riuscirà alla fine a capire di chi potrà fidarsi davvero?

Eccomi qui!

Il romanzo rosa di cui vi parlo oggi è una stupenda saga famigliare, dove i segreti, i misteri si intrecciano con la vita mondana dei nostri personaggi, il tutto ambientato secondo me nel secolo più bello della storia.

La protagonista Serafina è una timida ed introversa ragazza borghese che si ritrova ad affrontare perdite importanti, ferite incolmabili, ma conosce i primi passi dell’amore, le farfalle allo stomaco, la voglia incondizionata di vivere nuove emozioni.

Poi ci sono i gemelli Rothmann, opposti in tutto, tranne in gusti di donne, due donne che riusciranno a conquistare i loro cuori, pronti ad accogliere la loro anima gemella.

Non posso non dire una parola sulla piccola peste di questa grande famiglia, ossia Victoria, che mi ha completamente rapita grazie alla sua perspicacità e determinazione, una bambina molto sicura e forte nelle sue idee, ammirevole se si considera la sua piccola età e l’epoca.

Tutti hanno reso questa storia una saga avvincente, unica, corposa, dove ci si fa trasportare con fervore ed entusiasmo nelle avventure di famiglia moderna, che sprigiona speranza, positività, amore in un futuro incerto.

La scrittura è impeccabile, leggera, fluida, accogliente, mi ricorda piacevolmente la penna inconfondibile, dal tocco deciso di Jane Austen.

Una lettura che consiglio!

zara

Scenari romantici, fabbrica di cioccolata, due fratelli gemelli, arroganza, romanticismo, dolcezza per un romanzo che ricorda tanto quelli di Jane Austen.

Esagerazione? Maria Nikolai ha una scrittura pulita e d’altri tempi, riesce a descrivere al meglio sia i personaggi che gli ambienti circostanti con una raffinatezza inaudita.

La protagonista Serafina è stata una rivelazione, con una tempra forte e coraggiosa, capace di cambiare le sorti del romanzo.

Appassionata è dire poco in questo romanzo, mi sono ritrovata a fare da investigatrice per le operazioni di sabotaggio alla fabbrica e a fare da dottor stranamore per il cuore di Serafina.

E poi abbiano Anton e Karl, due gemelli identici diversi solo nel carattere.

Chi avrà la meglio?

Leggere questo libro è stato spaziare nel tempo, ritrovarsi in un quadro pieno di colori, immersa nel tuo paesaggio preferito.

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *