Blogtour & Giveway “Elias” di Erin E. Keller – Quarta tappa – Intervista all’autrice.

Benvenuti a tutti alla quarta tappa del “Blogtour & Giveway” di Elias, il primo romanzo della serie Landmeadow di Erin E. Keller, pubblicato da Triskell Edizioni.

Seguite e commentate le tappe per poter vincere una copia cartacea del libro. Sotto il regolamento!!!

tramaGG

Elias

 

Thomas Doyle, dopo la morte del compagno, vive una vita a compartimenti stagni fatta di lavoro e di incontri notturni con corpi senza nome.

È una vita di solitudine che gli lascia fin troppo tempo per pensare e per rimpiangere. Eppure, nonostante tutto, la custodisce gelosamente.

Ecco perché quando Elias Byrne, che sembra spuntare dal nulla e provenire dalle sue zone d’ombra, irrompe con prepotenza nella sua quotidianità, Thomas si ritrova a fare i conti con una serie di sentimenti ambivalenti, sentendo la necessità di respingere quel ragazzo tormentato, ma al tempo stesso nutrendo lo strano desiderio, difficile da accettare, di unire le loro solitudini.

 

13956810_1744449255843288_1312939258_n

  • A CHE ETA’ TI SEI APPASSIONATO ALLA LETTURA?

Praticamente da quando ho imparato a leggere. Subito. Ricordo che pur di farlo, se non avevo niente a portata di mano, leggevo anche la Gazzetta dello Sport di mio papà nonostante non ci capissi niente e non fossi appassionata di sport.

  • QUANDO HAI COMINCIATO A SCRIVERE?

L’amore per la scrittura invece è arrivato tardi. Ho cominciato a scrivere fanfiction nel 2007/2008, circa. Poi, successivamente, ho iniziato a tentare la via delle storie originali. Visto che le mie fanfiction erano perlopiù AU (Alternative Universe), mi sono detta che a quel punto avrei potuto benissimo creare dei personaggi miei e farli muovere negli “universi” che più mi interessavano.

  • COME E’ NATA LA DECISIONE DI INIZIARE A SCRIVERE?

Tornando alle fanfiction, visto che la mia esperienza è partita da lì, e che erano fanfiction slash (gay), diciamo che la decisione è nata per la mia esigenza di far mettere insieme due personaggi maschili che sul grande schermo o in TV non avrei mai visto insieme.

  • COME NASCONO LE STORIE DI CUI PARLI? A COSA TI ISPIRI?

Non mi ispiro a niente in particolare. Solitamente le idee mi vengono così, dal nulla, oppure ascoltando una canzone, o magari grazie a un’immagine. Per “Elias” è bastata la fotografia in bianco e nero di un ragazzo pensieroso, un po’ emo. Per “The Scar” è stata un’espressione di Gaspard Ulliel nello spot di Blue de Chanel.

  • MOLTI AUTORI SOSTENGONO CHE MENTRE IL RACCONTO PRENDE FORMA SONO I PERSONAGGI STESSI CHE TI PARLANO E TI INDICANO LA STRADA DA SEGUIRE… SENTI ANCHE TU LE VOCI NELLA TESTA?

Voci vere e proprie no, ho già abbastanza problemi di mio senza sentire le voci! 😀 Scherzi a parte, è vero che i personaggi ti parlano. A volte parto con l’intenzione di scrivere una cosa e poi ho la sensazione che il personaggio prenda il sopravvento e comandi le mie dita perché scriva come vuole lui. E ho notato che non capita mai con entrambi i miei personaggi. Ce n’è sempre uno più “prepotente” dell’altro.

  • COME HAI CAPITO CHE IL TUO GENERE LETTERARIO ERA IL ROMANCE MM?

Come dicevo sopra, scrivere storie di uomini per me era essenziale per soddisfare un mio desiderio. Solo un paio d’anni dopo ho scoperto che c’era un vero e proprio genere che avrebbe potuto darmi tutto ciò che cercavo in quel momento.

  • QUANDO LEGGI UN LIBRO, NEL DARE IL TUO GIUDIZIO TI PONI COME SEMPLICE LETTORE O COME SCRITTORE?

Cerco di valutarlo come semplice lettrice. Se dovessi mettermi ad analizzarlo come scrittrice o editor, penso che non me lo godrei come vorrei. Certo, a volte mi capita di notare delle cose che non vorrei notare, ma se leggo per piacere, voglio che sia solo per quello, quindi rinchiudo il resto di me da qualche altra parte e mi immergo nella lettura.

  • COSA PENSI A RIGUARDO DELL’ANNOSO DILEMMA C.E. VS SELF?

Sono sempre molto combattuta quando devo rispondere a queste domande. Facendo parte della filiera editoriale, io propendo sempre per le CE. Non nego che ci siano self molto buoni, ma sono incappata in alcuni self a dir poco imbarazzanti e questo mi fa arrabbiare molto. Perché è come se il self publishing abbia reso la pubblicazione di un diritto un “diritto” e non un “privilegio”.

  • COME VEDI IL TUO FUTURO DI SCRITTORE? RIMARRAI FEDELE AL TUO GENERE O HAI VOGLIA DI SPERIMENTARE CON QUALCOSA DI NUOVO?

Ho assolutamente voglia di sperimentare qualcosa di nuovo. Il mio sogno è scrivere un thriller. E chissà mai che un giorno ce la possa fare. Per ora però vorrei portare a termini i progetti in corso, come la serie Landmeadow e la storia di ambientazione “noir”.

  • TRA I LIBRI CHE HAI SCRITTO, QUAL E’ QUELLO CHE HAI AMATO DI PIU’ E PERCHE’? CE NE PARLI?

Domanda molto molto difficile.

Elias ha un posto speciale tra le storie che ho scritto, e non perché è l’ultimo, ma perché è diverso dagli altri. È più complesso e più sofferto, è anche scritto in modo diverso e mi ha richiesto molto molto lavoro, anche se non è un romanzo lungo.

A ruota vengono The Scar ed Eri come sei, perché contengono entrambi pezzi di me.

  • CHI SONO I TUOI AUTORI PREFERITI? QUALI QUELLI CHE TI HANNO ISPIRATO MAGGIORMENTE?

Tra gli autori M/M Marie Sexton, Eli Easton, Aleksandr Voinov. Tra gli autori non M/M Jeffery Deaver, Stephen King, Ken Follett.

Chi mi ha ispirato? Penso che sia stata Marie Sexton, perché insieme a J. L. Langley, è stata la prima autrice M/M che ho letto tanti anni fa e che aveva scritto un romanzo contemporaneo che mi ha rubato il cuore. Volevo anch’io riuscire a fare qualcosa di simile. O almeno avrei voluto andarci vicina.

  • UN CONSIGLIO SPASSIONATO AD UN AUTORE EMERGENTE?

Sicuramente di essere molto autocritico e di mantenersi umile.

  • CI RACCONTI QUALCOSA DI CURIOSO SU TE STESSO?

Ho il terrore dei palloncini e degli elastici. Sia al mio addio al nubilato che per un mio compleanno, delle amiche mi hanno fatto trovare una stanza piena di palloncini. Non sono entrata. Prima ho chiesto che venissero portati via tutti!

Blogtour & Giveaway

Il premio:

Copia cartacea di Elias

Le tappe:

Prima Tappa: 4 agosto * Aria e Parole – Recensione e partenza del giveaway * qui *

Secondo Tappa: 11 agosto * Romanticamente Fantasy – Presentazione dei personaggi e citazioni.

Terza Tappa: 18 agosto * Tre Libri sopra il Cielo – estratto

Quarta Tappa: 25 agosto * Letture Sale e Pepe – Intervista all’autrice.

Quinta Tappa: 1 settembre * Testa e Piedi tra le Pagine dei Libri – playlist e proclamazione del vincitore del giveaway.

Le regole:

1. Mettere “mi piace” alla pagina dell’autrice: QUI

2. Condividere l’evento – che trovate cliccando QUI – sul vostro profilo, facendo attenzione che la privacy della condivisione sia impostata su “pubblica”.

3. Lasciare un commento nell’evento scrivendo “Partecipo” e aggiungendo il link della condivisione.

Ad ogni partecipante verrà assegnato un numero per l’estrazione finale, che avverrà tramite il sito random.org

Il vincitore verrà annunciato nell’ultima tappa del blogtour.

In bocca al lupo a tutti! 

 522 total views,  3 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA