Recensione: “Spencer Cohen v. 2” di N.R.Walker

 

 

 

 

 

 

Dopo il passaggio da finti fidanzati a una relazione vera e propria, Spencer Cohen e Andrew Landon cercano di non affrettare le cose. Sanno che tra loro potrebbe nascere qualcosa di speciale e non vogliono rovinare tutto, nonostante la terribile tensione sessuale nell’aria.

Spencer sta imparando ad aprirsi, condividendo il suo passato con Andrew, e ha paura di esporsi troppo, anche se non riesce a trattenersi dal farlo. Allo stesso tempo, è ben consapevole che si sta innamorando di Andrew. Quest’ultimo, d’altra parte, non vuole gettarsi di nuovo a capofitto in una relazione, ma andarci piano non fa altro che accrescere fin troppo rapidamente l’affetto reciproco che li lega.

Mentre vivono questa nuova relazione, Spencer teme che Andrew darà di matto nell’apprendere che ha accettato un nuovo incarico. Ben presto, però, scopre non solo che si tratta di un lavoro insolito, ma che le cose non sono nemmeno come sembrano. Quando tutto prende una piega inaspettata, Spencer e Andrew uniscono le forze per aiutare il nuovo cliente e dovranno anche decidere se sono pronti a fare un ulteriore passo avanti.

 

Un romanzo davvero bello, dolce e romantico quanto erotico e passionale, inoltre non mancano le introspezioni che io adoro e apprezzo molto in una storia per capire la psicologia e l’emotività dei personaggi.

Spencer e Andrew sono due ragazzi molto diversi fra loro per famiglia, storia vissuta, educazione, ecc ma non per questo non possono stare bene insieme. Entrambi hanno sofferto e sono parzialmente chiusi alla vita e all’amore ma, nonostante tutto, ci sperano ancora e lottano contro se stessi e contro le proprie inclinazioni e paure per conquistare ciò che meritano e con esso la felicità.

Al di là della storia narrata ho amato il fatto che vengano presentati e sviscerati alcuni dei problemi che possono incontrare i ragazzi gay, quando la loro vita e le loro scelte vengono giudicate e disprezzate prima fra tutto dalla propria famiglia e, a seguire, dalla società. Purtroppo è molto diffusa la meschina pratica di non accettare l’omosessualità del proprio figlio che, invece che essere aiutato e sostenuto, viene spesso cacciato di casa e abbandonato. La piaga della prostituzione minorile dei giovani gay è purtroppo dilagante proprio a causa della reazione della famiglia, il taboo e l’imbarazzo che nasce dall’ignoranza va analizzato, portato a conoscenza della società e possibilmente arginato e superato.

In conclusione, un bel romanzo dai tratti leggeri e romantici ma che tocca tematiche davvero importanti e attuali. Consigliatissimo se amate sognare e sospirare.

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA