Recensione “REMEMBER MY NAME” di Sara De Rosa

 

 

 

 

 

 

Nathan, agente dell’FBI, porta sulle spalle un doloroso passato che lo ha portato a chiudersi nel suo mondo fatto solo di lavoro e fugaci avventure, un mondo dove l’amore non è più contemplato.

Ma una mattina tutto cambia quando soccorre una ragazza in fin di vita. Honey, così viene chiamata la ragazza, non sa più chi è, sembra che il suo passato sia avvolto dall’oscurità.
E mentre Nathan cerca di venire a capo di un difficile caso, i due si ritrovano a convivere sotto lo stesso tetto. Misteri e pericoli si nascondono dietro l’angolo e i ricordi sepolti rischiano di tornare a galla investendoli come uno tsunami.

Nathan sarà capace di guarire le ferite di Honey? Quelle del corpo e quelle dell’anima? E lei riuscirà a far battere di nuovo il cuore di Nathan ormai assopito da troppo tempo?

Entrambi hanno sofferto molto e ne portano i segni, ma il destino ha deciso di intrecciare i loro cammini.

Questa strada dove li condurrà? Verso l’amore e la felicità o li risucchierà in un vortice di dolore e disperazione?

Una bella storia d’amore e un intrigo poliziesco.

Nathan è un agente FBI con un passato tragico alle spalle che si dedica con professionalità e cura al suo lavoro ma che non lascia più entrare nessuno nel suo cuore.

Honey è una giovane donna che all’inizio della narrazione sta scappando da un imprecisato pericolo, cade e, battendo la testa, perde la memoria.

E’ Nathan a ritrovarla e si sente responsabile quindi, giorno dopo giorno, le fa visita in ospedale sperando che ritrovi la memoria e possa dare qualche indizio per cercare chi le ha fatto del male. Eppure non è solo senso del dovere il suo, ma fra i due nasce da subito un sentimento puro. Entrambi hanno sofferto e sono chiusi nel loro guscio ma il vivere l’uno accanto all’altra farà in modo che, a piccoli o grandi passi, riescano a concedersi una possibilità.

In parallelo si sviluppano le indagini sia riguardo al mistero di Honey sia al caso a cui sta lavorando Nathan con la sua squadra che mantengono sempre vivo l’interesse denso di colpi di scena e avventure.

La narrazione è fluida e accattivante, molto moderna e veloce, ricca di passione ma anche di momenti di introspezione e di azioni che si rinnovano.

Consigliato!

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA