Recensione “Maggie’s Marriage” di Gloria Herrmann

 

 

 

 

 

trama

Il matrimonio è un grande impegno, ma nessuno ha mai detto a Maggie che sarebbe stato così impegnativo…

Come aveva fatto la sua vita a finire così stravolta? Quando sei anni prima Maggie Tremblye aveva pronunciato i suoi voti coniugali, non aveva previsto di diventare solo una moglie, solo una madre e non più… Maggie.

È impossibile aggrapparsi all’ultimo briciolo di identità personale che ti è rimasto quando sei la persona che per te è tutto…

Incontrare e innamorarsi di Michael Trembley, un avvocato giovane e bellissimo, era stata la parte più facile. Allontanarsi dalla sua famiglia, crescere la loro figlia di sei anni da sola e apprendere di essere di nuovo incinta, è una storia totalmente diversa. Tutto ciò che desidera è di tornare a casa, a Birch Valley, dalla sua chiassosa e amorevole famiglia, gli O’Brien. Quando Maggie raggiunge il limite della sopportazione, prende sua figlia e, con riluttanza, lascia Michael alle sue infinite ore di lavoro in ufficio.

Per emergere, bisogna fare dei sacrifici…

Michael Trembley vuole essere il migliore: il miglior avvocato difensore della società, il figlio migliore, il padre migliore, il marito migliore. Sugli ultimi due punti della lista di priorità, però, non ne è all’altezza. Adesso il suo mondo perfetto non lo è proprio per niente. La distanza dalla sua famiglia è un serio campanello d’allarme, ma sarà disposto a fare un sacrificio per sistemare le cose?

Il viaggio della vita è pieno di svolte. Maggie e Michael riusciranno a sopravvivere agli incidenti di percorso o la loro idea perfetta di famiglia andrà in pezzi?

recensione

Bentornati a Birch Valley, il luogo dove niente è perfetto, ma dove l’amore conquista tutto!

Quello che mi è piaciuto di più di questo libro è che la storia e i personaggi sembrano reali e è facile relazionarsi con questi ultimi.

Maggie è sposata a  Michael, un avvocato sexy e ricco che vuole diventare socio dello studio legale dove lavora. Hanno una bambina dolcissima, Melanie, e tutto sembra perfetto. La lunghe ore di lavoro in ufficio di Miachael, però, lasciano Maggie da sola. Lei inizia a sentirsi intrappolata, sola e ha nostalgia di casa. Si sente triste e teme che il suo matrimonio sia arrivato al capolinea. Per schiarirsi le idee e trovare sostegno, insieme alla figlia, trova rifugio a Birch Valley, dalla sua famiglia. Maggie può sembrare una codarda, ma credo che il suo gesto sia molto coraggioso, perché non fatto a cuor leggero. Prendere le distanze da una situazione opprimente talvolta aiuta a dare la giusta prospettiva.

Michael, ovviamente, non è contento, ma è così preso dal suo lavoro che non riesce a capire che sta facendo del male alla sua famiglia. Non finché due eventi negativi lo forzeranno ad affrontare la sua vita futura e salvare il suo matrimonio (comunque Michael è un figo pazzesco!)

Una storia di vita quotidiana, dove sentimenti e protagonisti sono veri, come nella vita vera. Questo libro parla dei valori della famiglia e del matrimonio: sostegno, comunicazione, sacrifici, compromessi e amore.

Attorno alla storia ruota ancora una volta la famiglia O’Brien. Amo ogni singolo membro! Sempre presenti a sostenersi a vicenda, ma anche obiettivi. Mary, la mamma di Maggie di certo non è felice che la figlia abbia deciso di lasciare Seattle e il marito.

Mi è piaciuto come l’autrice da attenzione a tutti i personaggi, vecchi e nuovi. Ritroviamo Liam e Rachel, vediamo come la loro relazione sta funzionando (ricordatevi: nella vita reale non è oro tutto ciò che luccica!). Ritroviamo Chelsea, la miglior amica di Rachel, viziata e antipatica al massimo! E cosa dire della mamma di Rachel? Priva di sensibilità e avida. Sono contenta che Rachel si sia allontanata da lei.

I momenti che mi sono piaciuti di più sono state le scene dove l’autrice lascia intravedere il passato di Patrick e come interagisce con la sua famiglia. Patrick ha molto da raccontare e sono certa che il libro dedicato a lui sarà bellissimo. 

Amo lo stile di scrittura di Gloria Herrmann, così semplice, coinvolgente e piacevole. Mi piace come mostri sempre ai lettori una lato positivo e luminoso alle situazioni tristi e sgradevoli.

Aspetto con trepidazione la storia del prossimo O’Brien.

 

Qui potete leggere la mia recensione in inglese: http://jewelbooklover.blogspot.it/2016/01/review-maggies-marriage-by-gloria.html

 

Sensualità: cuori3

Recensione: cri-firma

Editing: Ele

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA