Recensione “L’ultima cicogna” di Mistral Canet

trama

Il sesso è uno degli aspetti più belli, discussi e fraintesi della natura umana, e su questo riflette intensamente la protagonista di questo romanzo. In queste pagine lei parla ad alta voce e usa un linguaggio forte, perché vuole essere incisiva e descrivere accuratamente gli incontri sessuali trasgressivi che la portano a cambiare la sua intera esistenza. Cerca la chiave per comprendere una realtà estremamente difficile e, persa in un vortice sempre più vertiginoso, deve trovare il coraggio per andare avanti nei meandri dell’eros trasgressivo, che paradossalmente diventa il punto luminoso di contatto con l’amore.

recensione

Intenso e di un erotismo che aumenta a ogni pagina.
La protagonista rappresenta un aspetto molto comune delle donne della mia generazione: madre e moglie, con figli cresciuti. La protagonista ci rende partecipi del suo disagio, della sua sofferenza, della sua insoddisfazione, del suo rapporto con il sesso, e del suo non provarne interesse, concedendosi solo perché lo prevede il suo ruolo di moglie.
Leggendolo la sua amarezza diventava la mia, aveva perso ogni speranza di trovare l’appagamento fisico, probabilmente perché la sua mente era quella di una donna ferita e troppe volte tradita.
Una coppia che non vibra più tra le braccia l’uno dell’altro, che se ha intenzione di salvare il suo rapporto deve essere disposta ad andare oltre.
Mettersi in gioco per vedere se c’è qualcosa di trasgressivo che possa risvegliare il torpore di un orgasmo che non trova più voce.
Comincia così in percorso della protagonista alla scoperta dell’eros, concedendosi anche contro il suo inconscio a ciò che il marito le propone.
Iniziano una serie di esperienze descritte in maniera molto eccitante e psicologicamente devastante, finché finalmente lei stessa scopre che il suo corpo funziona benissimo, concedendosi è ancora capace di godere e di dare piacere, si lascia andare ad una serie di esperienze perverse che le fanno ritrovare se stessa, la sua identità e la coscienza del suo corpo.
Tra una vita familiare complicata, con dei figli adolescenti con i quali ormai non ha più dialogo, un marito intento solo a soddisfare se stesso.
Scoprirà che dopo tanto sesso, dopo tante esperienze erotiche ed orgasmi travolgenti può fare benissimo a meno dell’amore.
Perché l’amore fa male e spesso uccide.
Un romanzo molto profondo che consiglio vivamente a tutte le coppie.
Ci sono delle lezioni interessanti, dei consigli preziosi e delle riflessioni che potrebbero veramente cambiarci la vita e il rapporto con la ricerca del piacere.
Struggente ed eccitante.

Sensualità:

5 cuori rosso

Recensione:

FirmaMarinaB

Editing:

pandora

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA