Recensione “Lezioni di disegno dal vivo” di Scarlet Blackwell

 

 

 

 

 

 

«L’occasione bussa solo una volta nella vita.»

Harley Hayes è sempre alla ricerca di una nuova sfida per ampliare la sua visione artistica, e il soggetto del suo primo nudo è davvero una visione: Ryan Morgan. Con il passare delle sedute, Harley trova sempre più difficile ignorare il fatto che stia perdendo la testa per il suo modello etero.

Il loro primo bacio conferma che anche Ryan prova qualcosa, per circa cinque secondi. Poi spinge via Harley e scappa.

Ryan non è esattamente orgoglioso di alcune delle cose che ha fatto per sopravvivere nella sua precaria esistenza, incluso posare per una rivista gay e accettare denaro dalle sue clienti in cambio di favori extra. Il ricordo del bacio di Harley continua a scuotere le fondamenta della sua sessualità, persino sei mesi dopo.

Quando si imbattono l’uno nell’altro all’apertura di una mostra, niente è cambiato. Le fiamme ardono più brillanti che mai, spingendo Harley a fare un’offerta che spera che Ryan non rifiuti. E Ryan è tanto disperato da accettare.

 

“Lezioni di disegno dal vivo ” è un libro piacevole e una lettura scorrevole anche se, nonostante il titolo, non è che ci siano grandi lezioni di disegno dal vivo…anzi, a dire la verità nemmeno una!

Il pittore Harley Hayes ritrae il giovane e bellissimo (e “eterissimo”) Ryan Morgan, che accetta di posare per il famoso artista senza aver fatto i conti con la sua capacità innata di far diventare gay chiunque!

“Harley sapeva che si diceva che più di un uomo etero fosse diventato gay dopo averlo visto… il suo viso era splendido, come quello di un angelo in forma umana.”

Insomma, il povero Ryan ha davvero poche speranze, come già annunciato all’inizio del libro, per poter rimanere immune alle doti di Harley, che a quanto pare vanno ben oltre le qualità artistiche!

Il libro sembra tutto “diviso in due”.

Anzi, anche la stessa prima parte sembra rimbalzare fra presente e passato: nel presente Ryan ritrova le sue “mirabili terga” appese al muro in un ritratto di una galleria d’arte e si imbatte nuovamente in Harley. Non si capisce bene per quale motivo si debba arrabbiare tanto visto che era stato ingaggiato proprio per fare il modello, e a quanto pare il ritratto è venuto talmente bene che tutti (e in particolar modo “Tutte”!) lo riconoscono e vorrebbero favorire del suo corpo.

In ogni caso, Harley e Ryan si ritrovano dopo sei mesi e la prima parte del libro racconta proprio il loro incontro e scontro tra presente e passato: il modello squattrinato che cerca di sbarcare il lunario (con lezioni di disegno con facoltose signore che vogliono tutto tranne che disegnare) e il famoso artista che prova in ogni modo a conquistarlo, fino però al gesto oltraggioso di baciarlo!

Il loro primo bacio conferma che anche Ryan prova qualcosa, per circa cinque secondi.

Poi spinge via Harley e scappa.

Ryan non è esattamente orgoglioso di alcune delle cose che ha fatto per sopravvivere nella sua precaria esistenza, incluso posare per una rivista gay e accettare denaro dalle sue clienti in cambio di favori extra. Il ricordo del bacio di Harley continua a scuotere le fondamenta della sua sessualità, persino sei mesi dopo.

Quando si imbattono l’uno nell’altro all’apertura di una mostra, niente è cambiato. Le fiamme ardono più brillanti che mai, spingendo Harley a fare un’offerta che spera che Ryan non rifiuti.

Ryan è tanto disperato da accettare.

“…si sarebbe messo seduto come un idiota ad aspettare l’uomo che teneva il suo cuore delicato in bilico sul palmo della mano”

Un’alternanza di presente e passato finché non si arriva alla seconda parte in cui… diciamo che il pennello non è nemmeno più preso in considerazione, se non in senso metaforico; questa, infatti è tutta incentrata sul sesso tra i due protagonisti che confermano il genere erotico a cui questo scorrevole libro appartiene.

Le scene di sesso sono scorrevoli, carine anche se un po’ “ambiziose ” (un numero spropositato di erezioni in lassi di tempo talmente brevi che ci fanno dubitare che Ryan fosse poi tanto etero prima di incontrare Harley!), però alla fine è una lettura piacevole con cui si passano un paio d’ore senza grandi patemi d’animo, anche se l’autrice avrebbe dovuto portare il lettore a comprendere meglio le dinamiche della coppia, Ryan cambia sponda troppo in fretta ( e con troppo gusto a dire la verità) ed è presente molto sesso ma poca sensualità.

Consigliato per una lettura svagata.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA