Recensione “LA CONGIURA” di Patricia Logan

 

 

 

 

 

 

 

Kai Thundercloud è un assassino addestrato dall’esercito americano. Attualmente il suo incarico è di lavorare sotto copertura per la polizia di Los Angeles e si trova a dover affrontare una delle situazioni più difficili della sua vita: deve fari i conti con il terrore… deve uccidere l’uomo di cui una volta era innamorato.

Bob Crowley è il capo della Gang Unit all’interno della polizia di Los Angeles. È specializzato nel linguaggio di strada e nei comportamenti abituali delle gang più feroci e per questo motivo si è guadagnato parecchi nemici. È un uomo tranquillo e dedito al lavoro. Ha molti amici, ma nessuno di loro sa del suo amore perduto, in quanto il distretto non è proprio il posto migliore per dichiarare la propria omosessualità.

Quando improvvisamente Bob viene accusato di tentato omicidio, il suo amico e detective Cassidy Ryan si convince della sua innocenza. Ma il destino si mette di mezzo e Bob e il suo ex amante si ritrovano faccia a faccia, in circostanze altamente pericolose, e Cassidy rimane scioccato di vedere Thundercloud, un altro suo amico poliziotto, esporsi per ciò che è veramente.
Omicidi, intrighi, dipendenze e tradimenti abbondano nell’ultimo romanzo della serie “Gli assassini”. Crowley riuscirà a sopravvivere all’ultimo incarico del suo ex amante o finirà vittima di una congiura?

“certo che la vita ha uno strano senso dell’umorismo” avrà sicuramente pensato Bob Crowley quando, durante un’indagine, si trova a fissare il volto del suo amore perduto dal video di una telecamera di sorveglianza. Quanto dolore è ancora in grado di sopportare prima di cedere, quanto si può essere attaccati alla vita quando, la cosa più importante, sembra ormai perduta per sempre?

Ma la vita ha ancora molte sorprese per lui che, negli ultimi mesi, nel lavoro ha riversato le energie per sopravvivere al dolore. Il suo lavoro è uno dei più adatti per impegnare la testa e per non pensare ai problemi personali, soprattutto ora che è sulle tracce di “aragna” uno spietato e bravissimo Killer di una gang di strada. Purtroppo, i guai non sono finiti e Bob scoprirà presto che  il tradimento può avere la faccia più inaspettata e spietata possibile.

Kai Thundercloud è un uomo ormai arrivato al limite. Ha rinunciato al suo onore e al suo amore per la causa, ma ora si chiede se ne vale ancora la pena, quanto durerà ancora questo incarico?

Il suo contatto con la polizia è sempre più pretenzioso e pare non cogliere la sua difficoltà. La sua partner, infatti, ha ceduto da alcuni mesi e il suo ultimo incarico, uccidere l’uomo che ancora ama, lo devasta. Riuscirà a vedere la luce in fondo al tunnel? E quando rivedrà Bob cosa accadrà?

Nell’insieme la storia è ben concepita, i personaggi si muovono con fluidità ed efficacia seguendo la trama ed hanno il giusto spessore. Il lettore è preso dagli intrighi anche se, il “traditore”, a mio avviso si scopre troppo presto. Infatti il finale è un po’ troppo rapido rispetto il ritmo del resto della storia.

I personaggi son ben resi, al lettore è data una buona caratterizzazione degli stessi senza scendere mai nello scontato o nello stucchevole.

Nel complesso il libro regala una lettura piacevole. Sicuramente il non aver letto i capitoli precedenti qualcosa mi può aver tolto nella comprensione di alcuni passaggi che facevano riferimento ai libri precedenti, ma in realtà la trama non è assolutamente intaccata da quanto avvenuto prima.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA