Recensione “Istinto primordiale” di Larissa Ione

trama

La vita di Raze, demone Seminus, dipende letteralmente dal fare sesso con creature femmine. Il problema è che lui non prova nessun desiderio nei confronti delle donne e gli è fisicamente impossibile avere rapporti sessuali con gli uomini. Per fortuna, lui e la sua migliore amica, Fayle, hanno un accordo che lo tiene in vita… ciononostante si sente solo. Trova un po’ di conforto nel suo lavoro di medico al Thirst, un club per vampiri, noto per la propria clientela turbolenta. Il suo mondo ben strutturato cade a pezzi quando incontra un maschio misterioso che gli fa desiderare ciò che non potrà mai avere.

Slake è un assassino abituato a ottenere quello che vuole, e ciò che vuole ora è Raze. Ma desidera anche riprendersi la propria anima, che ha venduto quando era un demone molto diverso. Tutto quello che deve fare è catturare Fayle, una succube fuggiasca, e riconsegnarla alla sua famiglia. Quello che non si aspetta è di rimanere invischiato in una rete di bugie e nella sua attrazione per Raze.

Raze e Slake devono destreggiarsi in un mondo pericoloso per poter stare insieme. Quando la gelosia di Fayle nei confronti del loro rapporto diventa una minaccia mortale, si ritrovano coinvolti in una battaglia non solo per proteggere il loro amore, ma anche per salvare le loro vite e le loro anime.

recensione

Quando ho iniziato a leggere questo libro ero incredibilmente curiosa. Chiunque ami l’urban fantasy non può, e sottolineo non può, non aver letto i libri della serie Demoniaca. In ogni libro di questa saga la Ione è stata decisamente una garanzia. Ma scrivere il gay romance non è per tutti, esattamente come non è per tutti scrivere il fantasy. Però sono partita fiduciosa e parecchio intrigata dalla trama.

Se speravo che il libro potesse essere carino, dopo le prime pagine mi sono decisamente dovuta ricredere. Perché è molto di più che carino. La Ione, come sempre, mi ha tenuta incollata alle pagine, senza darmi la possibilità di staccarmi fino a quando non sono arrivata alla fine. E quando ci sono arrivata, l’ho ricominciato daccapo.

È praticamente impossibile non essere attratti da Raze e Slake fin da quando quei due sexy demoni si mettono gli occhi addosso per la prima volta…. Sarà il fascino del peccato o sarà la bravura della Ione nel farceli vivere come se fossero accanto a noi mentre leggiamo, non lo so, ma so per certo che questi due ragazzoni ti conquistano.

Raze è un demone Seminus, per non andare fuori di testa deve fare sesso frequentemente e solo con essere femminili. Fin qui tutto ok… Raze è talmente bello che non avrebbe nessun problema a trovarsi una compagna per qualche ora di piacere…. Peccato che Raze sia gay…

In suo soccorso ogni volta accorre Fayle, una succube fuggiasca che non è niente meno che la creatura che Slake è costretto a catturare per salvarsi l’anima.

Anche Slake è un demone, sexy e cazzuto, che per salvarsi dal suo passato ha venduto l’anima ad un mietitore d’anime. Slake è deciso a catturare la succube ma Raze entra nel suo raggio visivo e lui non riesce proprio a fare a meno di avvicinarsi…

Riusciranno i due demoni a stare insieme? Ovviamente non ve lo dico perché non c’è nulla che rovini di più la lettura di un libro di uno spoiler eccessivo. Quindi mettetevi comodi, e gustatevi la lettura di questa storia e vi posso assicurare che non ve ne pentirete, anzi dopo averlo finito vi verrà voglia solo di ricominciare a leggerlo.

Sensualità: cuori5

Recensione: Firmabriciola

Editing: mandy

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA