Recensione “Inevitabile” di Deborah P.

 

 

 

 

 

 

Dorian è un ragazzo la cui infanzia è stata costellata dal rumore di ossa rotte e dal sapore metallico del sangue.

I suoi occhi vedono persone invisibili, è innamorato di una ragazza ma non si arrischia a parlarle e non riesce a provare amore per colpa di una persona da cui è intimorito.

Il dolore è un’abitudine quotidiana ed ogni giorno spera di riuscire a sopravvivere; solo il fantasma di sua nonna riesce a confortarlo. Non siamo mai soli. Lui lo sa bene.
Le apparenze ingannano. Lui ne è la prova.

Perché in realtà Dorian è un ragazzo affascinante, ricco, ammirato e amato da tutti.
Semplicemente indossa una maschera, fatta di finti sorrisi e arroganza, per nascondersi.
La sua strafottenza è ben conosciuta e il suo modo di essere di tutti e di nessuno riesce a dargli una posizione importante nella società.

Può avere qualunque donna ma ne desidera solo una, lei.

Raylai è una ragazza anonima, timida ed introversa con il naso sempre nel libro, che vede in Dorian il suo sogno proibito, consapevole di essere invisibile agli occhi di quel ragazzo inarrivabile dallo sguardo di ghiaccio. Si è rifugiata nel suo sogno quanto lui, non sapendo che è lo stesso: entrambi non immaginano di possedersi.

L’esistenza di Dorian è pericolosa e far entrare quella ragazza pura nella sua vita sarebbe come condannarla a morte; per averla si ritroverà a dover affrontare le proprie paure per scappare da una vita che lo ha fatto crescere troppo in fretta.

La storia di Dorian e Raylai vi farà comprendere che rimandare è la cosa più sbagliata che si possa fare e se la strada è difficile ne vale davvero la pena. Senza rischio non c’è felicità.
Lei è un angelo in cerca di caos, lui un demone in cerca di pace.

 

Primo volume della Paranormal Series, Inevitabile è un mix di generi, per l’esattezza il Paranormal thriller e il Rosa/Erotico, anche se in questo caso forse sarebbe più corretto chiamarlo New adult essendo ambientato in un liceo. Amo gli intrecci di generi, ne ho già letti alcuni e, se sono scritti bene, sono molto interessanti. Questo mi è piaciuto moltissimo. Tuttavia quando ho finito di leggerlo, come mio solito ho dato un’occhiata alle altre recensioni prima di scrivere la mia e sono rimasta male nel vedere che non sono brillanti e mi sono domandata il perché. Lasciando stare gli errori (che in parte sono stati corretti anche se purtroppo ci sono ancora dei refusi) perché l’autrice può sempre sistemarli, magari facendosi aiutare da un Beta, quella che mi interessa è la storia.

L’inizio, a parte alcuni indizi che ricordano al lettore che sta leggendo un Paranormal, è tipico dei New Adult: due ragazzi, Dorian, che richiama molto il più famoso Dorian Gray, e Raylai; lui bellissimo, ricco, capitano della squadra di basket, amato e desiderato da tutte le ragazze della scuola, e lei la solita ragazzina anonima, ma solo all’apparenza. Al cliché rosa fanno da contorno gli amici che tifano per loro e le amiche gelose che invece remano contro, gli impegni scolastici, gli incontri/scontri fra i due protagonisti finché non scocca la famosa scintilla, che nel nostro caso era già scoccata da anni per entrambi che però non avevano fatto nulla per far fiorire le famose rose. La storia viene ben condita dal problematico rapporto di Dorian col padre violento, abilissima qui l’autrice a descrivere la psicologia di un ragazzo abusato fin da piccolo, picchiato a sangue, umiliato. Mantenendo sempre un profilo umano, che non sconfina mai nel banale o nel sentimentale, l’argomento è trattato con cognizione di causa e delicatezza, lasciando intravvedere pian piano i danni fisici e psicologici che subisce un giovane uomo forte e capace, quando dentro si porta un peso insopportabile.

A questa storia, che nel New adult ha già raggiunto a mio avviso un livello molto buono, si intreccia fin dalle prime pagine il Paranormal thriller. Dorian nasconde un segreto, lo nasconde al mondo intero perché, quando da piccolo vedeva i fantasmi di bambini morti, la famiglia non lo aveva assecondato, a parte l’amata nonna, considerandolo un pazzo, un mostro da curare e lui, per sopravvivere, negli anni aveva finto di non vederli più. Ma questi bambini, e poi via via anche fantasmi adulti, che incontra sono buoni, gli parlano, e lui contraccambia. Tutto fila liscio finché Dorian non capisce che al mondo non ci sono solo fantasmi di anime sante rimaste intrappolate nella nostra dimensione per concludere qualcosa che riguarda la loro vita, ma anche anime dannate, molto pericolose per lui e per chi gli sta intorno, e allora inizia una nuova battaglia che, oltre a quella quotidiana col padre, lo mette a dura prova tanto che dovrà rivedere il suo rapporto con l’unica donna che abbia mai amato in vita sua e che gli dona pace, ma che non può e non vuole mettere in pericolo.

Inizia così un’escalation di terrore e violenza, di rivelazioni e nuove prove fino all’epilogo che lascia il lettore con l’enorme curiosità di sapere come proseguirà la storia di questi due ragazzi destinati a stare insieme e ostacolati dal mondo dei vivi e da quello dei morti.

 

Sensualità: 

Recensione: 

Editing: 

 

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA