Recensione “Il disgelo dell’anima” di Dawn Blackridge

trama

Alaska, terra di ghiacci.
Joshua Davis vi si è trasferito per iniziare una nuova vita, lasciandosi alle spalle il nulla, senza rimpianti. Vuole ricominciare da capo, senza aspettarsi granché, vivendo giorno per giorno, facendo ciò che ama di più: progettare. È un solitario, i suoi conoscenti lo considerano una persona fredda, chiusa in se stessa. Le giornate scorrono serene, insieme al suo cane Iceberg, finché non lo incontra.
Benjamin Wells è appena uscito di prigione ma il suo inferno non è finito. Nella sua mente i ricordi sono ancora vivi, le sue ferite sanguinano come appena inferte. L’incubo che lo tiene sveglio la notte inizia a perseguitarlo anche di giorno e, nonostante abbia cercato di allontanarsene, lo ritrova.
Josh e Ben, insieme, proveranno ad aiutarsi a vicenda, stemperando paure, liberando sentimenti, trovando ognuno la propria strada che li condurrà verso il futuro.
Quando anche la vita di Josh sarà messa in pericolo, Ben dovrà fare una scelta.
Il destino ha fatto in modo che si trovassero, sarà ora così crudele da dividerli?

recensione

Una bellissima nuova storia per questa autrice italiana che ha conquistato i suoi lettori libro dopo libro. E non li deluderà neppure questa volta, a mio avviso.

Una storia dolce e introspettiva. Due protagonisti dolci e molto sensibili. Josh è un uomo poco socievole, è un solitario ma, a dispetto di quello che può apparire all’esterno, in realtà è solo molto insicuro. Ha paura di fidarsi delle persone, ha paura di soffrire. Ha paura di perdere le persone a cui potrebbe permettere di vedere la sua vera anima, come ha perso dieci anni prima la sua famiglia.

Ben si porta addosso i segni di un anno passato in carcere, i segni di un errore che ha pagato a caro prezzo, i segni di un uomo che lo vuole e che non lo lascerà in pace neppure quando, finalmente, torna ad essere un uomo libero.

Ma il destino, si sa, è beffardo e complice la bellissima terra dei ghiacci li fa incontrare. Li mette uno sulla strada dell’altro, spazzando via le paure e il gelo che si erano insediati nelle loro anime.

Una storia dolce da leggere e da cui farsi coinvolgere. Una finestra sull’anima di questi due ragazzi che hanno voglia di ricominciare nonostante la paura di soffrire, di non essere abbastanza per l’altro. Una sensualità più tenera che passionale, ma che non manca comunque di emozionare. Ma anche una storia che deve superare degli ostacoli per poter finalmente fiorire e brillare.

Da leggere? Assolutamente sì.

 

Sensualità: cuori4

Recensione: Firmabriciola

Editing: mandy

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA