Recensione di “Numero Sconosciuto” (Wildfire – Vol.1) di Autumn Saper

 

 

 

 

 

 

Ezram Kelland fa il poliziotto a Baltimora e vive una vita tranquilla; almeno fino a quando, una sera, sul suo cellulare comprare un messaggio da un Numero Sconosciuto. Spinto dalla curiosità, Ez si trova a rispondere allo Sconosciuto e a intavolare con lui un fitto scambio di messaggi giornalieri. Mano mano che i giorni passano e sempre più informazioni vengono a galla, Ezram comincia a cercare di capire chi è Numero Sconosciuto. Ha i suoi indizi e i suoi sospettati, in particolar modo una persona sembra calzare meglio di tutti gli altri, ma… Cosa succederà quando scoprirà chi è davvero Numero Sconosciuto?

Avvalendosi del suo intuito da poliziotto e degli strampalati consigli del suo amico Chester, Ez non solo scoprirà la vera identità di Numero Sconosciuto, ma anche cosa voglia dire innamorarsi.

L’autrice, utilizzando un espediente plausibile e simpatico, accoglie il lettore in questa storia raccontata con destrezza e senza mai spaziare troppo nel melodrammatico. Il lettore si trova così ad assistere alla nascita di un’amicizia che nel tempo, in realtà, diventa più profonda e complicata. L’amore arriva in modo meno “canonico” e spiazza i due protagonisti che sono ancora abbarbicati su scelte di vita particolari, e che richiedono un grande sforzo di fiducia nell’altro per abbandonarle.

Il protagonista, Ezram, è apparentemente un giovane qualunque ma, conoscendolo, si scopre come in realtà non sia così; un po’ matto, un po’ perfettino, è comunque un animo buono convinto di non avere alcun bisogno di rapporti duraturi, dell’amore. Vive la sua vita serenamente, forte del sostegno della sua famiglia, che ha accettato le sue scelte sessuali, e dell’amicizia di Chester.

Numero sconosciuto, per quasi tutto il libro è un simpatico contatto con il mondo ma non impegnativo come una relazione fisica, vera. Incuriosisce il lettore per la schiettezza e l’indagine sulla sua identità movimenta simpaticamente la trama.

I colpi di scena non mancano, come i momenti difficili e il lieto fine.

Il libro è scritto bene, è piacevole e scorrevole.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

Questa, signore e signori, è una lettura al cardiopalma. Premetto subito che non potrò scendere troppo nei dettagli, per lasciarvi godere di ognuna delle tante sorprese che questo libro ci riserva. La trama stuzzica la tua attenzione al punto giusto, e la lettura ti conquista già dalla prima pagina. Generalmente non sono un grande fan della prima persona usata come narratore, ma in questo romanzo viene usata e sfruttata al massimo. Noi lettori non solo veniamo immediatamente assorbiti dalla storia, ma soprattutto dal protagonista, Ez. Noi diventiamo Ez, pensiamo quello che pensa lui, proviamo quello che prova lui, ma soprattutto, sappiamo quello che sa lui nel momento esatto in cui lo scopre. Così, invece che alternare i punti di vista tra Ez e Numero Sconosciuto usando un narratore onnisciente, e quindi di conseguenza leggere sperando che queste due povere anime si incontrino, o si riconoscano, passi una buona fetta del romanzo a logorarti i nervi chiedendoti “Ma quindi sarà lui? O quell’altro?” completamente incapace di staccarti dalle pagine. Lo stile, che diventa quindi la trascrizione del carattere e del pensiero di Ezram, è frizzante e spiritoso, con un pizzico di malizia. Il protagonista è un giovane con una vena folle, una passione immensa per il suo lavoro e una vera ossessione nel cercare di capire chi sia questo sconosciuto con il quale ha iniziato a chattare…

Il suo migliore amico Chester è una vera macchietta, di quei personaggi che ti danno l’impressione di essere sempre in movimento e circondati di colori, ma sono vari i personaggi molto vividi della storia, dai colleghi della caserma dei pompieri, alla collega Kris. La storia non ricade mai sullo scontato e ti propone sempre stimoli o colpi di scena per tenerti con il fiato sospeso, e per questo motivo è totalmente imprevedibile. Non sai mai cosa può succedere e, come Ezram, vivi nell’ansia dell’attesa. Ho adorato completamente come Autumn Saper sia stata in grado di scrivere una storia che assorbe in questo modo, e questo libro è uno dei migliori M/M che abbia mai letto, senza ombra di dubbio.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA