Recensione “Demon’s Love (I Signori degli Inferi Vol.4) ” di Gena Showalter

 

 

 

 

 

In una remota fortezza di Budapest, seducenti guerrieri immortali sono legati da un’antica maledizione che nessuno è mai riuscito a infrangere…

Un guerriero seducente e sospettoso… Una donna immortale in fuga dal proprio lato oscuro…

Posseduto dal demone del Dubbio, Sabin avrebbe tutte le qualità per essere implacabile nelle schermaglie d’amore quanto lo è sul campo di battaglia. Ma il suo demone rovina qualsiasi relazione, insinuando dubbi, sospetti e insicurezze nelle sue amanti, tanto che Sabin ha giurato di tenersi alla larga dalle donne. Dopo undici anni, però, l’incontro con la timida Gwen fa vacillare i suoi propositi. E quando la libera dalla prigione in cui è stata rinchiusa dai loro comuni nemici, i Cacciatori, una lotta dall’esito assai più imprevedibile si profila all’orizzonte: quella contro le conseguenze di un travolgente colpo di fulmine.

Molto bello anche questo quarto capitolo della serie dei Signori degli Inferi.

È il turno di Sabin, il custode del demone del Dubbio. Sabin ha giurato di tenersi alla larga dalle donne dopo che quella a cui era legato anni prima si è tolta la vita in preda ai dubbi. Eh già, perché Dubbio pare rovinare ogni sua relazione quindi Sabin, per timore di perdere ancora qualcuno a cui vuole bene, preferisce stare da solo e pensa solo a combattere i Cacciatori.

Fino a quando, proprio durante una missione, non libera Gwen dalla prigione in cui i Cacciatori la tenevano rinchiusa. Gwen sembra docile, timida e innocente e Sabin ne è fin da subito incredibilmente attratto. Gwen ha sempre negato la sua parte “demoniaca” e fa fatica a controllarla. Ma quando finalmente emerge anche Dubbio sarà costretto a fare un passo indietro.

Devo dire che mi è piaciuta molto la storia d’amore tra Sabin e Gwen. Lui con lei si concede finalmente la possibilità di amare di nuovo e lei scopre che essere un’arpia non è poi così male. Non perde la sua parte dolce e gentile ma sa tirare fuori le unghie quando serve.

Insieme continueranno la lotta contro i Cacciatori scoprendo qualcosa che potrebbe in qualche modo dividerli.

La Showalter ha una fantasia davvero incredibile, arricchendo ogni libro con indizi nuovi e appassionanti che ti fanno amare tutti i personaggi. Siamo al quarto libro e la saga dei Signori degli Inferi non annoia, anzi crea dipendenza.

 

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA