Recensione “DAMMI UN’OCCASIONE. CHICAGO WINTER. Chicago season. Vol 2” di Sarah Bernardinello

 

 

 

 

 

La vita offre più di un’occasione. Questo è ciò che scopre AJ Todd dopo essersi congedato dai SEAL a causa di un grave incidente che gli ha provocato danni fisici permanenti. Cerca e ottiene un lavoro come capo della sicurezza del Soul Club, un locale di proprietà dell’affascinante Adonais Malthus. Adonais lo attrae ma AJ, insicuro, mantiene le distanze.

Quando Adonais si trova davanti quell’uomo riservato e inespugnabile come una fortezza, sulle prime cerca di ignorarlo, nonostante l’attrazione sia davvero enorme. AJ è uomo che lo intriga e lo eccita, tanto da spingerlo ad abbandonare il buonsenso e presentarsi a lui nella sua vera veste.

L’incontro con il miliardario cambierà l’esistenza di AJ costringendolo, al tempo stesso, ad affrontare una buona dose di sofferenza. Ma gli offrirà anche l’opportunità di scoprire verità sconcertanti, incluso che l’amore può presentarsi in modi che non ci si aspetta.

Secondo volume della serie “Chicago season” e dopo l’estate arriva l’inverno, un inverno esplosivo direi.

Protagonisti sono il vampiro Adonais Malthus, che nel primo volume faceva la corte a Angel senza speranza, e l’umano AJ, Andrew, un ex soldato divenuto membro della sicurezza del locale di proprietà di Adonais.

I due si studiano prima di avvicinarsi e, se da un lato il vampiro è molto tentato dall’umano, quest’ultimo è reticente. La guerra lo ha segnato nel corpo e nello spirito e avvicinarsi di nuovo ad un altro essere umano, ricercare l’intimità offrendo in cambio un corpo martoriato e soprattutto mostrare i propri sentimenti quando chi lo amava lo ha abbandonato, non sarà facile.

L’attrazione però diventa ingestibile e fa capitolare i due uomini che danno vita a una passione esplosiva, ma non solo, fin dal primo momento cadono i muri: Adonais rivela subito e con naturalezza la propria natura e Andrew confessa le sue cicatrici fisiche ed emotive. L’amore è una conseguenza del loro stare insieme senza barriere, senza filtri, senza menzogna. La fiducia che respirano entrambi è nata velocemente e altrettanto velocemente subisce una battuta d’arresto quando Andrew viene accusato, prove alla mano, di aver rubato nel club.

Molto bella la dinamica dei due uomini e, soprattutto, l’aspetto della fiducia che in un rapporto di coppia è fondamentale, va costruita passo dopo passo, resa salda ed è l’ago della bilancia del rapporto fra i due protagonisti, ma anche fra loro e gli amici che hanno intorno.

Un bel romance con sfumature paranormal, ben scritto e ben organizzato, con personaggi interessanti e ben delineati, un’atmosfera da club notturno interessante, anche se avrei gradito qualche descrizione in più sulla città che dà il nome alla serie.

Nel complesso lo consiglio molto.

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA