Recensione “Congedo Assoluto” di BA Tortuga

 

 

 

 

In congedo assoluto dalle forze armate dopo che la sua unità è stata attaccata in missione, Eric Tremaine sta cercando di rimettere insieme la sua vita, così come i dottori gli hanno ricostruito la gamba ferita. Eric non ha una casa a cui tornare, visto che la sua famiglia in Louisiana lo ha rifiutato, quindi finisce in Texas con il vecchio commilitone Adam Winchester e il suo compagno Sage.

Quando Eric decide che è arrivato il momento di smettere di stare con le mani in mano e piangersi addosso, conosce l’allenatore Troy Daniels, che ha perso entrambe le gambe in un incidente da adolescente. Troy sa come ci si sente quando il tuo corpo sembra un nemico. Dopo un inizio difficile, i due scoprono presto di avere abbastanza cose in comune per costruire un’amicizia, se non di più. Ma far crescere la loro relazione significa scoprire cosa possono offrire l’uno all’altro, e al mondo, prima di essere certi che l’amore che li lega non causerà più dolore che piacere.

Eric è stato congedato dalle forze armate dopo che la sua unità è stata attaccata in missione. Senza più un lavoro e con un gamba ferita ancora in via di guarigione, si ritrova a chiedere aiuto al suo vecchio amico Adam. Gli serve un posto dove stare e tempo per riprendersi, e non ha una famiglia o amici che possano supportarlo. L’unico è Adam che, insieme al suo compagno Sage, lo accoglie volentieri in casa sua.

Ed è proprio grazie a Sage che Eric conosce Troy. Troy ha perso le gambe da adolescente ma è un carico pieno di adrenalina. Stare fermo non è nella sua natura. Il primo impatto con Eric non è dei migliori ma, una volta superata l’impasse, i due uomini iniziano a legare, fino a rendersi conto che potrebbero trovare l’amore l’uno nell’altro.

È stata una lettura piacevole. Troy ed Eric sono due persone forti e complesse. I problemi non mancano ma i due cercano con grinta di affrontarli e, soprattutto Troy, di ricavarne il meglio. Eric appare più insicuro, tutto il suo mondo è stato messo sottosopra e il problema alla gamba e la certezza che non potrà più fare la vita che aveva lo destabilizzano. Troy ci è già passato e questo lo aiuta a gestire Eric al meglio.

È una bella coppia. Sono uomini poco sdolcinati eppure hanno l’uno per l’altro delle attenzioni davvero splendide. Ho preferito la seconda parte del romanzo, quando la loro storia inizia a farsi seria, trovandola più profonda e sentendo a pelle quella complicità che l’autrice ha creato per i due personaggi.

Lettura consigliata.

Sensualità: Recensione: Editing

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA