RECENSIONE a “STRONZE SI NASCE” di Felicia Kingsley

 

 

 

 

 

Allegra Hill è brillante, onesta e altruista. Ma anche un’eterna seconda. Fin dagli anni della scuola c’è sempre qualcuno che la precede. Sempre. E senza dimenticarsi di umiliarla anche un po’. Chi è costei? Ma la classica stronza! Quella di Allegra si chiama Sparkle Jones. Non solo la vita di Sparkle è perfetta, ma la biondissima e splendente ragazza riesce a ottenere sempre tutto ciò che vuole. Ma il tempo passa e a ventisei anni Allegra ha finalmente una casa tutta per sé e un lavoro nell’agenzia immobiliare più prestigiosa di Londra. Il passato, però, non sembra volerla dimenticare e mette di nuovo Sparkle Jones sulla sua strada. Questa volta le cose sembrano andare diversamente e la nemica di una vita le appare sotto un’altra luce… E tutto questo proprio quando l’incontro con un bellissimo imprevisto dagli occhi verdi come smeraldi sembra in grado di sparigliare le carte. Tra feste, intrighi e cene non proprio a lume di candela, in corsa tra le strade di una Londra magnifica, forse, per Allegra è arrivato il momento di scoprire se davvero quello che vuole è la felicità. Questa volta non può lasciare l’ultima mano alla sua adorabile, odiata stronza numero uno!

Romanzo sicuramente carino e divertente, di quelli che fanno stare bene per qualche ora o per qualche giorno, ti fanno compagnia, ti fanno ridere, ma che non lasciano nessun effetto duraturo.

La classica commedia leggera e frizzante che vede come protagonista Allegra, una donna brillante e con del potenziale, ma che nella vita non ha mai avuto successo in nessun ambito: a scuola era brava ma non eccelleva, era molto carina ma non ha mai fatto impazzire il più figo e ricercato, era capace ma difficilmente otteneva il primo premio. Crescendo le cose non sono cambiate di molto e se lei è sempre stata un’eterna numero due, la numero uno non poteva che essere una stronza, per principio. Anche perché non sempre con Allegra ha giocato pulito. Il tema è molto classico e già letto o visto centinaia di volte, tuttavia ammetto che l’autrice ha un modo di scrivere che cattura e incuriosisce e riesce a rendere brillante anche una trama che, a mio avviso, è un po’ scontata.

Le peripezie di Allegra sono simpatiche e, soprattutto nei primi capitoli, molto umane e realistiche, tuttavia, nel momento in cui la protagonista dimentica chi è, gli amici di sempre, gli ideali e inizia a scimmiottare la famosa amica stronza la narrazione subisce una decelerazione sfiorando livelli adolescenziali. La voglia di rivalsa che ognuno di noi ha insita dentro di sé per bullismo, angherie ricevute o semplicemente delusioni dettate dal non essere sempre, anzi quasi mai, i numeri uno, non deve implicare istinti di imitazione prima e vendetta dopo. Preferisco sempre la maturità e la credibilità nei romanzi ma capisco che nel genere rosa ci sta anche una componente frivola e accattivante.

Detto questo il romanzo è molto carino e lo consiglio, scritto bene, ottimi i personaggi tutti ben caratterizzati e  il rapporto fra Allegra e i due protagonisti maschili risulta brillante anche  se non mi ha sorpreso in nulla perché già dalle prime battute si capisce chi è quello destinato a lei e come andrà a finire il racconto.

Da leggere per puro divertimento!

SENSUALITA’

RECENSIONE DI

EDITING A CURA DI

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA