Tripla recensione “Una romantica sorpresa solo per te” di Jennifer Bayliss-Jennings

 

 

 

Quando Kate Turner è tornata a casa a Blexford per aiutare suo padre, non si aspettava certo di rimanere a lungo. Eppure, dopo quattro anni è ancora lì, a la­vorare nel locale del suo amico Matt. Quando la sua migliore amica la iscrive a un’iniziativa natalizia locale, “Dodici appun­tamenti di Natale”, una sorta di campo di addestramento amo­roso, l’intero paesino sembra rispondere alla chiamata, dal proprietario del pub al postino. Nel corso dei dodici appunta­menti, Kate incontra il meglio e il peggio di ciò che il mondo maschile può offrire, sotto lo sguardo interessato del suo amico d’infanzia (e di tutto il villaggio). Kate è sicura di non aver bisogno di un uomo. E se invece qualcosa le facesse cam­biare idea?

Classico libro inglese con l’ironia e il romanticismo tipico del genere e dell’autrice.

Ci saranno risate che accompagneranno le avventure della protagonista e quel suo nuovo approccio alla ricerca dell’anima gemella, “Dodici appuntamenti di Natale”, nuova chat di incontri ideata dall’agenzia “colpo di fulmine”.

E dietro a questa scelta azzardata della protagonista ci sarà la sua amica d’infanzia, un po’ esaurita, Laura, e le battute di Matt, un amico ritrovato dopo tanto tempo.

Accompagneremo, appuntamento dopo appuntamento, Kate in questo “reality” anomalo.

Trentaquattrenne in carriera come designer di tessuti freelance per Liberty e cuoca improvvisata, a titolo di amicizia per il Pear Tree Café, locale del suo amico di infanzia Matt, si iscriverà a questo gioco per single per cercare un uomo per la vita, visto il tic-tac del suo orologio biologico.

Conosceremo personaggi esilaranti del posto (peggio delle comari, nei film italiani), i partecipanti del gioco, tra gay, uomini ancora innamorati delle ex, eccentrici e viziati, sposati e in cerca di avventura, il tutto contornato dal sostegno di Laura e le battute poco entusiasmanti di Matt.

Il libro è perlopiù scorrevole, anche se a volte l’autrice si divulga su descrizioni troppo minuziose, ma questo non inficia la scorrevolezza del romanzo e il lettore può appassionarsi nello scoprire cosa, o chi, troverà Kate alla fine dei Dodici appuntamenti.

Cosa nasconderà l’albero di pero?

“Lui riesce a far venir fuori il brio che c’è in te.”

“Ciò che conta è adesso. Adesso è il momento perfetto per cominciare la nostra storia.”

Delizioso, romantico, divertente, leggero!

Ho adorato e divorato questo romanzo, perfettamente adatto a questo periodo natalizio.

Kate è single, alle spalle una relazione importante e tante altre perdite di tempo, ma si è realizzata nella sua professione ed ora è una stimata designer di tessuti in una rinomata azienda londinese.

Tornata al paese natio per stare accanto al padre, riassapora la bellezza della vita genuina di provincia, anche se in un piccolo contesto la privacy non ha modo di esistere.

L’amica di una vita, Laura, la convince ad iscriversi ad un evento organizzato da un sito di incontri, che prevede 12 appuntamenti con partner appositamente selezionati in base alle affinità, in contesti da sogno. Sarà una carrellata di incontri spassosi con vari tipi di “casi umani”, una botta di vita che spezzerà la sua pigra quotidianità fatta da cene improvvisate davanti alla tv e sfornate di dolcetti per il pub del suo amico di infanzia Matt.

Apprezzo sempre più lo stile inglese in questo genere di romanzi, è delicato ed ironico, una bella ventata romantica ma non sdolcinata e l’autrice è stata veramente brava a creare una storia interessante nonostante il tema romance sia stato sviscerato in ogni sua piega.

Una moltitudine di personaggi fanno da piacevole contorno alle vicende di Kate, da Laura responsabile degli eventi nella villa del luogo, madre di due figli piccoli, esaurita ma sempre pronta ad offrire una spalla; Matt, l’amico di una vita, ritrovato dopo un periodo durante il quale a causa di una incomprensione si erano allontanati, sempre pronto a proteggerla e a correre in suo aiuto.

Un bello spaccato di vita di provincia, dove tutti si conoscono e sono pronti ad aiutarsi, una dimensione ormai perduta per chi abita in città.

Lo consiglio con tutto il cuore anche come regalo sotto l’albero, donerete a chi amate una bella lettura.

firma Anna

Siamo un po’ fuori stagione, ma che dire?? La magia del Natale è sempre bella da assaporare, sognare e vivere in ogni momento!

In questo romanzo ho trovato una piccola pecca, la lunghezza dei capitoli, troppo lunghi e a volte ha reso la lettura lenta, dettata da una ritmicità altrettanto lenta.

Parliamo dei personaggi: la protagonista, Kate, è il prototipo di donna che non ha bisogno di un uomo per stare bene e, se ne sceglie uno, è perché può migliorarle la vita, non completarla. È esattamente l’esempio di donna che amo leggere, non ha bisogno di accontentarsi e spesso le donne dimenticano questa regola importante.

Il rapporto tra lei e Matt è stupendo, puro, vero. Sembrano due eterni ragazzini che si beccano, ma quando l’uno chiama, l’altro risponde.

Un altro aspetto che mi è piaciuto tanto, dove ho apprezzato stranamente il ritmo lento della trama, è quando la protagonista si perde tra le bellezze della natura del suo paese, che poi ispirano le creazioni di tessuti di cui si occupa, si prende il tempo di descrivercele come se potessimo vederle.

Mi è sembrato di camminare con lei per le strade innevate di Blexford, addobbate e illuminate dalle luci natalizie, l’atmosfera mi ha travolta e connessa pienamente a lei.

Un storia romantica, dallo sfondo natalizio bello e chimerico, che regala sicuramente spensieratezza, sogni e amore.

zara

firma Claudia

 527 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *