Review Tour “Un tuffo nel blu” di Valeria Leone

 

 

 

“Maggie è una bella ragazza e io non resto indifferente davanti a un bel corpo e a un bel viso. Neppure se si stratta della mia migliore amica”.

ROMANZO AUTOCONCLUSIVO

Max ha trascorso la vita restando sempre un passo indietro rispetto alla sua migliore amica Maggie. E questo non solo per poterle guardare le spalle e tenerla fuori dai guai, ma anche perché la considera inarrivabile. Generosa, altruista, leale, brillante, una delle studentesse più promettenti della UMICH, Maggie è una gemma rara da sorvegliare affinché nessuno osi toccarla, almeno non prima che lui sia riuscito a diventare degno di lei. Il problema è che si cresce e la vita diventa complicata. A tal punto da farti commettere errori irreparabili, errori che potrebbero portarti a perdere tutto ciò che hai rincorso per tutta la vita.
Maggie colleziona una sfilza di appuntamenti falliti, sembra che il destino si diverta a sabotare la sua vita sentimentale. – Ma sarà davvero soltanto opera del destino? – Per fortuna c’è Max al suo fianco. Lui è pronto a salvarla ogni volta che si trova nei guai. Su di lui si può contare, anche se la punzecchia e la sottopone a continui duelli verbali, anche se le spezza il cuore facendosi vedere in giro con decine di ragazze diverse. Max è un campione di nuoto, è bello, popolare, sfacciato, sicuro di sé, e Maggie è convinta che agli occhi del suo migliore amico non potrà mai essere altro che un’eterna bambina tutta ricci, libri e film romantici.
Troppo impegnati a combattere contro errori, malintesi e incomprensioni, Max e Maggie non si accorgono che la loro amicizia sta diventando un sentimento potente, un desiderio, una voglia di aversi che ormai non ha più nulla di infantile.
Perché l’amore è come un piccolo seme che nasce e cresce nel tempo. Finisce che te lo ritrovi nel cuore senza che tu abbia fatto niente per fartelo fiorire in petto.

Quando leggo una storia in anteprima mi vengono gli attacchi d’ansia.

E se non mi piacerà? Se sarò l’unica ad amare e/o odiare il romanzo?

Non hai punti di riferimento, non conosci la storia, ma solo l’autrice che gentilmente ti concede l’onore e l’onere di leggere una sua creatura.

Valeria l’ho conosciuta come scrittrice nel primo volume di questa serie autoconclusiva, con il libro Un tuffo nel cuore, una lettura che mi aveva colpito molto e, come al solito, mi ero innamorata del protagonista.

In questo volume sono andata con i piedi di piombo, conoscevo la scrittrice e, in linea di massima i protagonisiti. Risultato? Non so se ci si può innamorare di più dei protagonisti di un “seguito”, ma Valeria ha fatto questo miracolo.

Ho amato tutto di questo libro, la storia, i protagonisti, l’ambientazione, la trama, il nuoto, il doping, tuttoooo.

Dolce e protettivo nei confronti di Maggie, stanco, demotivato e stressato nei confronti del dovere ed hobby, il nuoto.

Un’amicizia fin dall’infanzia, un’attrazione recente, un istinto di protezione assoluto, Max e Maggie, sono stati quei semplici protagonisti che sentirai amici.

“Che cazzo è questa cosa che mi accende il cuore?”

Scoprire lentamente che l’amicizia si può trasformare in amore, e che poi entra in circolo la paura. Paura di rovinare tutto, paura di non avere segreti, paura di non essere all’altezza.

“Sei l’unica, l’unica che riesce a farmi stare meglio anche quando mi sento una merda.”

E si mandano in tilt le convizioni e le certezze, la vita stessa e l’intera esistenza.

“Mandando sottosopra il mio piccolo mondo tranquillo. Lo bacio con tutto quello che ho, il cuore, i ricordi condivisi, la complicità, la voglia repressa, i sensi di colpa, l’euforia.”

E fare un tuffo in quel blu, nei suoi occhi, il suo blu, quel blu conosciuto e amato.

“Sei la mia ancora di salvezza e credimi quando ti dico che sei tutto quello che ho sempre desiderato… Tu sei tutta la mia vita, Max. Ti amo da sempre, da quando non sapevo neppure il significato della parola amore. Ti amavo di puro istinto… Solo una come te poteva innamorarsi di un caso umano come me.”

Ed è puro amore, nato da una semplice amicizia che profumava già di amore.

“Perchè l’amore è come un seme che nasce e cresce nel tempo. Finisce che te lo ritroci nel cuore senza che tu abbia fatto niente per fartelo fiorire in petto.”

Valeria, mi inchino a te, alla tua semplicità, a queste storie che toccano l’anima e che rendono il cielo più blu.

firma Claudia

 296 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA