Review tour “The Bodyguard” di Eileen Ross

 

 

 

 

 

Jian Sparks è il seducente tormento di ogni donna. Lui possiede corpi statuari, ne anela il dominio: lui non ama le sue prede, ma le venera, in un modo tutto suo, che lo rende diverso da tutti gli altri uomini. Lui è uno dei peggiori bastardi in assoluto, sia quando si tratta di scoprire nuovi reperti archeologici, sia quando si occupa di bellissime donne. C’è in lui un certo senso di venerazione in entrambi i casi. Nel primo, il suo lavoro, è solenne, nel secondo dura il tempo di un paio di amplessi sudati. Ci mette anima e corpo in quello che crede e non si fa mai scrupoli, in nessun caso. Il ritrovamento di una antica tomba in Egitto metterà la sua vita in serio pericolo: due bellissime storie d’amore, quella odierna, parallela a quella dell’antichità. Perché l’amore, qualunque esso sia, durerà oltre la morte…

Oh mio Faraone, leggete questo libro!

“Bodyguard” è una scoperta continua, un segreto che si svela piano e che, nella sua originalità, non ti fa capire, fino alla fine, come va a finire. Da’ indicazioni, fa capire qualcosa, ma lascia spesso intendere che potrebbe andare diversamente.

Vengono narrate parallelamente due storie, quella contemporanea e quella dell’antichità.

Nella prima seguiamo le avventure di Jian, un affascinate bastardo sciupafemmine, innamorato di un mondo antico tutto da scoprire, e V.K., soprannominata ombra della morte, sergente maggiore del MOS, affascinante, impavida e letale soldato, con il cuore murato dal dolore della perdita. Nella seconda, seppur troppo velocemente, scopriamo un amore impossibile tra tre persone, il faraone Netjer, uomo più simile ad un Dio, dalle interessanti fattezze, Kera, il suo generale e suo amore eterno e Hira, la devota schiava e poi moglie del faraone.

Queste storie non si intrecciano, ma si scoprono piano piano, la seconda grazie alla prima. Peccato che le vicende e il grande amore tra il Netjer e Kera non vengano maggiormente approfonditi! Anche se viene poi spiegato tutto, sarebbe stato bello sapere di più di questa storia.

Ogni personaggio ha una sua identità ben distinta e precisa e la Ross è riuscita a renderli vivi tramite le sue parole scritte perfettamente. Senti i protagonisti, percepisci le loro mille sfaccettature, la loro forza, le loro insicurezze, la loro voglia di dimostrare chi sono. Non sono solo soggetti frutto di un’immaginazione, ma esseri che escono dalle pagine e ti sussurrano di scoprirli, continuando a leggere. Questo è un libro da leggere tutto d’un fiato, perché non ti permette di fare altrimenti.

Le conversazioni tra Jian e V.K. non danno adito ad incomprensioni di alcun genere: sono spassose, sferzanti ed ironiche. Non ne avrai mai abbastanza di sentirli battibeccare. Ed è proprio lì, tra quelle scanzonature e insulti poco velati, che i muri di quei due testardi cadranno, lentamente ma inesorabilmente.

Quindi, ripeto: leggete questo libro!

SENSUALITA’: 

RECENSIONE A CURA DI: 

EDITING A CURA DI: 

 

Sharing is caring!

Our Score

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA