Review Tour “L’amore (non) era nei piani” di Elena Fanti

 

 

 

«Se non avessi avuto fiducia in me, non avrei mai pubblicato ciò che scrivo. Direi che sei molto più che utile: sei il mio elfo padrino.»
Questa volta Andrea scoppia a ridere.
«Elfo padrino?» ripete fra una risata e l’altra.
«Sei ti piace di più “fata madrina”…»
«Direi che elfo padrino è meglio.»


C’erano una volta un’autrice, un blocco dello scrittore, un editore e un editor…
Scrivere un romanzo non è semplice e lo sa bene Francesca. Servono ispirazione e trama solida, ma quando mancano entrambi quel dannato foglio bianco rimane tale.
Ma cosa accade se all’improvviso appare una Musa e con essa la scrittrice diventa il personaggio principale di una storia d’amore?
Fra incontri bizzarri, streghe buone e un ping pong a più giocatori Francesca si troverà a fare i conti con se stessa.
C’erano una volta… No, ci sono. Ecco perché la storia può essere scritta.

Una lettura fresca, frizzante, estiva e scorrevole. Divorata in meno di un’ora, la storia si sviluppa in pochissime pagine e devo dire che per quello raccontato e per i protagonisti la lunghezza è perfetta.

Un’autrice che ho scoperto con questo libro e devo dire che mi ha rallegrato quel piccolo pomeriggio estivo.

Lei è una scrittrice con il blocco dello scrittore, editore e editor… Sarà un triangolo amoroso? Chi lo sa!

La trama cattura, diverte ed è inutile scegliere tra Andrea e Paolo ormai li amiamo entrambi.

Ardua scelta.

Un amore semplice, all’ordine del giorno, con i contrasti e i dubbi tipici di noi donne e solo la scelta finale ci darà ragione.

Che aggiungere, correte a leggerlo, non ve ne pentirete.

 85 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA