Review Tour “La prima stella del mattino” di Rhoma G.

 

 

 

Noelle Harris ha solo tre buoni motivi per restare nella sua città: il suo amato lavoro, un pesce rosso di nome Murphy e un migliore amico inaffidabile. Perciò, quando perde il posto di archivista e Albert si offre di badare al suo pesce, decide di lasciarsi alle spalle la vecchia vita e accettare un impiego temporaneo a Gimli, sconosciuta cittadina del Manitoba. Appena arrivata, però, si trova ad avere a che fare con Nathan Carpenter, affascinante Ranger dalle origini Chippewa, nonché rinomato rubacuori. Per Noelle, anima romantica dall’indole sognatrice, è un vero tuffo al cuore, anche perché il ragazzo fin da subito sembra essere interessato a conoscerla meglio. Complici un trio di amiche decise a far da cupido e un gruppo di vecchiette impiccione, Noelle sarà catapultata nella favola d’amore che ha sempre desiderato. Almeno fino a quando non si sveglierà di colpo e tutti i sogni e le illusioni cadranno come stelle che esauriscono la loro vitale luce.

Una storia tenera e sensuale, che ha per protagonisti due anime affini accomunate dal doloroso bisogno di essere amate. A far da sfondo un Canada selvaggio e freddissimo, più che mai abbagliante.

NUOVA EDIZIONE A CURA MORE STORIES
ROMANZO AUTOCONCLUSIVO

Penso che, con la lettura di questo libro, il mio 2021 sia stato decisamente più bello.

Prima lettura che faccio di quest’autrice e devo dirvi che è stata una straordinaria scoperta.

Cosa direste se vi parlassi di Canada? Neve? Natale? Cosa pensereste se a questo scenario (che più di una volta ho immaginato dietro le palpebre chiuse) si aggiungesse un meraviglioso Ranger discendente dei nativi americani?

Non siete ancora convinti? Beh, al mix che vi ho già propinato sopra aggiungete anche una ragazza di città che si è fatta da sola e la cui unica compagnia è un pesce rosso di nome Murphy e penso che il gioco si sia concluso facendo vincere l’autrice a mani basse.

Ho divorato il libro senza mai staccare gli occhi dalle pagine, perché, si sa, quando si parla di una storia d’amore e quando questo amore è tormentato, noi piccole e povere romantiche troviamo pane per i nostri denti e solo quando le lacrime scenderanno copiose sulle nostre guance, solo allora, potremmo dire che il nostro appetito romantico sia stato saziato. Detto questo, posso assicurarvi che dopo aver letto questo libro, non avrete fame per almeno qualche giorno.

Non so come abbia fatto l’autrice, ma mi sono immaginata scenari e luoghi come se anche io in quel momento fossi lì, al fianco dei nostri ragazzi, ho sentito sulla pelle il freddo delle terre canadesi, ma soprattutto le mille emozioni che si provano durante la lettura mi hanno colpito come un treno in corsa lasciandomi ferita, barcollante, ma con un gran sorriso sulle labbra.

Sapete cosa vi dico? Che vorrei più libri così, perché, se lo scopo della lettura è quello di farci evadere, la Rhoma G. è riuscita pienamente nel suo intento.

Tra baci infuocati, sesso e lacrime entreremo nelle vite di Noelle e Nathan e l’autrice ci porta così a fondo nella loro passato e nel loro presente da farvene innamorare dopo appena poche pagine.

Ambientazione unica e caratterizzazione dei personaggi impeccabile. Ne vorrei ancora? Assolutamente sì, ma si sa, tutte le cose belle prima o poi devono essere lasciate andare…

firma Claudia

 154 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA