Review Party “Wolf” di Eileen Ross

 

 

Ho creduto che mi avesse scelta per umiliarmi, più di quanto non avessero fatto gli altri.
Ho sperato potesse prendermi in considerazione per quello che sono, nonostante io sia una ragazza anonima, lo scarafaggio che la gente non ha mai definito all’altezza.
Lui, mi ha scelta per una futile sfida con se stesso e il mondo che lo circonda. È un uomo dannato e, semmai avesse posseduto un briciolo di umanità, questa avrebbe lasciato il posto alla lussuria e alla perdizione.
Io, Aisha, sono il nulla, sono niente, solo un granello di sabbia sollevato dal vento. Ho sempre creduto di non avere neppure il diritto di desiderare qualcuno, tantomeno un uomo come lui, sino a quando i miei occhi hanno incrociato i suoi. Solo in quel momento ho capito che non avrei più avuto scampo.

Non è il primo libro che leggo di questa autrice, regina del romance? Beh si, a mio avviso è una di quelle autrici che reputo a capo del romance nel senso stretto della parola.

Il sesso è il mezzo attraverso il quale lei scrive, agisce, suscita emozioni. Non è sesso fine a se stesso, ha una trama, la riesce ad elaborare, tessere un miscuglio di intrighi, suspense, passione e infine il cuore.

Lo so che magari la storia sarà anche stata letta e riletta un milione di volte, la passione e la lussuria del miliardario nei confronti della mal capitata Cenerentola. Ma noi lettori abbiamo sempre amato la fiaba di Cenerentola e abbiamo abbinato al principe azzurro la veste di un lussurioso e benestante uomo d’affari.

Cinquanta sfumature aleggia sempre intorno a noi. Criptico messaggio di noi donzelle, amiamo il bello e anche dannato, i soldi? No, noi attendiamo la redenzione del principe.

Wolf qui è una calamita, un magnete che ci attrae, ci ha catturato nella sua rete, e noi come falene siamo attratti dalla sua presenza e maestosità.

Il romanzo si presenta come il classico dei classici, ma Eileen ha dato il suo tocco magico (da abile e macchiavellica strega del romance), ha celato dei misteri sotto il pronome LUI, ha ingarbugliato la trama con intrighi e con personaggi secondari che catalizzano l’attenzione.

Cenerentola nelle vesti di un caso umano, brutta, insipida e…

Il principe? Un sogno ad occhi aperti, con la sua indole di Dom e un passato oscuro, e lui nel suo buio più tetro si nasconde dalle insidie del cuore.

Aisha riuscirà a sgretolare le pareti di quel debole muscolo fin dall’inizio, con lacrime di disperazione e sorrisi da cerbiatta, la sua imperfezione renderà perfette quelle emozioni che si scateneranno e se da un lato la prigionia, il ricatto e il patto la terrano unita al suo carnefice, dall’altro il suo carnefice rimarrà imprigionato della fragilità della vittima.

Pura, innocente, infantile, Aisha.

Avremo momenti di delirio e disperazione, passione pura, dolcezza infinita, sublimità con violino e pianoforte, un passato che incombe e la vendetta sarà solo il motore di tutto il romanzo.

Eileen ha saputo calibrare passione, passato, mistero… ha mescolato tutti gli ingredienti necessari e di routine del romance. Mescolando ha dato vita a dei personaggi ambigui e contrastanti.

La vera natura di Aisha sarà una scoperta… e Wolf riuscirà a starle dietro?

L’autrice ha saputo chiudere tutte le parentesi aperte durante la stesura del romanzo, ha saputo dare enfasi e mistero.

Una delle poche pecche del libro è stata la reazione di Wolf, e la sua “incapacità” di soddisfare, acconsentire la natura di Aisha, all’inizio sembrava proprio quel genere di persona… Ma si sa l’amore cambia le persone, e quando è in meglio, non ho altro da aggiungere.

 320 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA