Review Party “Verso il frastuono del caos” di Carmen Jenner

 

 

 

 

Jake Tucker è un uomo a pezzi. A ventidue anni, ingenuo e inquieto, si è arruolato nel Corpo dei Marines. Nove anni e quattro missioni dopo, Jake ritorna sul suolo americano, anche se la sua mente è rimasta saldamente radicata nelle sabbie dell’Afghanistan, insieme agli uomini che non ce l’hanno fatta.
Ferito, annientato e gettato via dalla guerra, Jake ha come compagnia solo il suo cane, Nuke, una sindrome da stress post-traumatico e il senso di colpa del sopravvissuto. Per nove anni non è passato istante senza che non si sia chiesto quando per lui sarebbe stato l’ultimo giorno, ma c’è ben poco conforto nel fatto che sia ancora vivo, quando nessuno del suo plotone lo è più.

Ellie Mason non ha tempo per gli uomini spezzati dalla vita. È troppo impegnata a cercare di portare del cibo in tavola. E fare fronte alle esigenze di Spencer, suo figlio, affetto da autismo, talvolta è come combattere dietro le linee nemiche. Come se destreggiarsi nei campi minati dell’essere una madre single non fosse sufficiente, Ellie si sente attratta da quel tranquillo Marine, solitario quanto lei. Ma ha già amato uomini traumatizzati, e ne è uscita straziata.
Ambientato nel pittoresco scenario di Fairhope, Alabama, Ellie e Jake si ritrovano coinvolti nel frastuono del caos.

L’amore è guerra. Solo il più forte sopravvive, e la resa è inevitabile.

Io vi do un consiglio… Preparate i fazzolettini.

Un libro o un capolavoro? Sinceramente direi che è un capolavoro di libro. Una tematica forte, una trama assolutamente perfetta e dei protagonisti che inesorabilmente vi ruberanno un pezzetto di cuore.

Come possono mescolarsi e funzionare bene una parrucchiera dal passato da dimenticare, un bambino autistico e un veterano con il disturbo post traumatico da stress? La risposta è facile, con l’amore. Quel collante speciale che tiene uniti anche i frammenti dell’anima.

Ho letto questo libro tutto d’un fiato, perchè alla fine di ogni capitolo ero sempre di più logorata dai fatti che non vedevo l’ora di arrivare alla fine. più di una volta ho dovuto allontanare gli occhi dalle pagine perchè le lacrime mi rigavano le guance il cuore era stretto in una morsa. Più di una volta mi sono ritrovata a stringere così forte il Kindle tra le mani per non prendere a schiaffi a volte uno a volte l’altro protagonista.

Una strada tortuosa e in salita, una strada che solo tenendosi per mani riusciranno a percorrere.

Questo sicuramente è uno dei libri più belli e più tormentati che abbia mai letto, ma vi assicuro che vale la pena leggerlo nonostante tutte le lacrime del mondo.

Scorrevole, con la giusta dose di amore e sofferenza, con il giusto equilibrio tra presente e passato e con il giusto mix tra lacrime e sorrisi.

L’autrice è riuscita a tenermi con il fiato sospeso per quasi tutto il libro e sinceramente finchè non ho letto l’epilogo non ero sicura di come la storia si concludesse. Ho temuto diverse diverse volte di non leggere quello che avrei voluto o che avevo sperato.

Complimenti. Una lettura che ti prende e non ti lascia andare, una lettura che merita di rimanere tra quelle sul comodino per essere sfogliata ancora e ancora.

 

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA