Review Party “Una ragazza incantevole” di Jill Barnett

 

 

 

 

Inghilterra, 1813. Che cosa può mai fare un duca quando la promessa sposa che aveva accuratamente selezionato lo abbandona piuttosto che sposarsi senza amore? Per salvare il suo orgoglio non gli rimane che sposare la prima donna che gli cade tra le braccia.

Joyous Fiona MacQuarrie ha stregato il Duca di Belmore appena è apparsa dal nulla e lo ha steso… letteralmente. Quando l’orgoglio di Alec lo porta a sposarla, Joy sconvolge la vita di questo serissimo e altezzoso duca inglese. È una strega scozzese che non sempre riesce a controllare i suoi poteri magici. Ben presto la vita di Alec piomba nello scompiglio. Questa bellissima giovane incanta chiunque gli stia intorno, accende la sua passione quando la bacia, ma rischia di causare uno scandalo mai visto con i suoi poteri magici. Stregati dalla passione, questi due cuori solitari sono i classici opposti che si attraggono in una storia irresistibilmente divertente e tenera.

Questo libro è la traduzione integrale di “Bewitching”, precedentemente pubblicato da Mondadori in forma sensibilmente ridotta con il titolo “Joy la strega”. Se avete amato Joy, adorerete la traduzione integrale del testo originale, e la apprezzerete a maggior ragione se vi fosse sfuggita la precedente edizione.

Ho letto alcuni romanzi brevi di questa autrice e li ho trovati deliziosi, così ho voluto provare questo nuovo romance storico, che ho apprezzato molto.

Quello che, oltre alla storia, mi ha colpito è stato lo stile divertente ed ironico, accompagnato però da momenti intensi e drammatici. La capacità dell’autrice, valorizzata da un’ottima traduzione, di destreggiarsi nei diversi aspetti dell’animo umano, usando toni diversi a seconda dell’occorrenza, ci permette di avere una panoramica completa di ciò che si legge.

L’ambientazione, gli usi, i costumi dell’epoca, così come le convenzioni e le regole di una società che ha fatto storia, e che ancora appassiona tanti lettori, vengono sviscerati in queste pagine al punto da sentirsene partecipi.

I personaggi poi sono unici, ben delineati e credibili nonostante la protagonista femminile sia una strega. Per la sua sbadataggine e ironia, ma anche per il suo cuore grande e puro, mi ha ricordato la nota “strega per amore” dei telefilm della mia adolescenza. Joy è un raggio di sole, una ventata di aria fresca, che travolge tutto quello che tocca e ne farà le spese anche l’impettito duca di Belmore. Generazioni di serietà, compostezza e rigore spazzati via dalla voglia di vivere contagiosa di una ragazza che il destino metterà sulla strada del duca.

Il destino infatti è uno dei protagonisti, silenzioso e indiscreto ma complice nella storia d’amore che c’è alla base del romanzo. Due persone completamente diverse sia per ceto sociale che per idee di vita, caratteri ed educazione, eppure insieme riescono a completarsi: lui dà stabilità a lei e lei fa in modo che lui trovi la gioia di vivere.

Una bella storia da non perdere per le amanti dei romance storici e per chi adora quel pizzico di magia che da sale alla fantasia.

Consigliatissimo!!!

 444 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA