Review Party “Profumo d’ambra” di Ruth Monteforte

 

 

 

Nulla succede per caso. Le anime gemelle sono destinate a ritrovarsi in un modo o nell’altro ed è quello che succede a Marie e Thomas. Si incontrano e si innamorano. Ma cosa succede quando il passato viene a riscuotere il conto nel presente? La loro felicità è oscurata dall’ombra lunga di un’antica maledizione egizia. Thomas e Marie dovranno affrontare le loro vite passate per capire quanto è forte il loro legame e se potranno passare la vita presente insieme. Una storia che attraversa i secoli, che racconta la storia di un amore vero e ci fa sognare, perché tutti abbiamo un’anima gemella…

Credete nell’anima gemella? Alle anime destinate? Se sì, questo libro fa per voi.

Io da eterna ed inguaribile romantica ho divorato questo libro, sa di passato e di presente, sa di amore trascorso, promesso e surreale.

Una leggenda, una maledizione, anni trascorsi come anime vaganti alla ricerca della propria metà.

“Le vostre anime siano dannate in questa e in ogni vita futura, destinate ad incontrarsi senza mai poter dividere l’esistenza, perché la morte violenta sopraggiungerà ad una di esse o ad entrambe.”

Thomas e Marie, un incontro su un binario, un foulard galeotto, un incrocio di sguardi, amici in comune e la maledizione si riscatena.

“Per un attimo mentre le nostre mani si sfiorarono appena, un piccolo brivido mi percorse la schiena, come una specie di scossa.”

“La vidi avvicinarsi, così lo raccolsi, mi alzai e glielo porsi. Quel suo bel viso e quello sguardo dolce mi fece sorridere il cuore.”

Un incontro che sembrava pura magia. Gli occhi dell’anima che si rincontrano a distanza di anni e quei battiti impazziti del cuore.

Due anime antiche e rare, sedute di ipnosi per cercare di capire e la magia del ritrovamento.

La storia si ripeterà?

Essere destinati a perdersi ed essere dannati in eterno.

Un libro che sa alternare vite parallele e vissute, due anime affini e inseparabili e la luna che con il suo colore decreterà la fine o l’inizio?

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *