Review Party “Nella casa della bestia” di Rosalie Hawks

 

 

“La Bestia cambiava le sue vittime dall’interno, le mutava grazie all’orrore che incuteva loro, le faceva a pezzi e le riplasmava secondo il proprio gusto. Tutti sapevano che chiunque entrasse nella Casa della Bestia ormai era perduto”. A ventisette anni Alex, lontano dal posto isolato e per niente accogliente in cui è cresciuto, ricorda di quando poco più di sette anni prima si offrì come vittima sacrificale per la misteriosa Bestia che aiutava la sua città a prosperare. La Bestia era una creatura strana di cui nessuno aveva mai visto l’aspetto. Lei era obbligata a supportare la città per via di un patto stretto fra essa e i cittadini tramite una strega, in cambio ogni sei anni riceveva un anno di vita di un giovane. Alex fu costretto a convivere per dodici mesi in una casa misteriosa con la Bestia, vivendo una sorta di fiaba contemporanea che lo ha portato a essere ciò che è ora.

Amo le fiabe, e la mia preferita è sempre stata La Bella e la Bestia, vedere con gli occhi dell’anima, e non trovare solo la bellezza fisica.

Vedere con il cuore la Bestia, sfuocare l’immagine e portarla sul piano dei sentimenti.

Mi è piaciuto questo libro, questa sorta di rivisitazione della fiaba, un mm di alto livello, un fantasy in rosa.

Ho adorato la storia con quel tocco di originalità, la frase: “non cercami. Trovami”, centrale nel libro, ad effetto direi.

E’ difficile recensire un fantasy, sarà per l’appunto che gioca un ruolo importante la fantasia, sarà quella miriade di emozioni che ne scaturiscono, sarà anche il fatto che siamo, in questo caso, alle prese con una fiaba, e l’interpretazione è tutto, è personale.

Qui i sentimenti, le emozioni si scatenano.

Vivremo e sogneremo la Bestia, dandoci un volto, il nostro volto.

Paura e terrore, staranno a braccetto in quella casa.

“Riconoscimi, chiamami per nome ed io ci sarò. Sempre.” Ritrovarlo, la sua missione. Ritrovare e sentire quel cuore battere.

“Volevo solo essere un umano per te.” Ritrovarlo.

“Il cuore scandì bene il nome della Bestia e lei da nebbia informe diventò una luce accecante che trovò casa dentro al Cuore.”

Surreale, magico come l’amore.

E la Bestia diventò uomo per amore rompendo l’incantesimo della Strega.

 

 457 total views,  2 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA