Review Party “Il sentiero degli edelweiss” di Cristiano Pedrini

 

 

 

L’arrivo dello zelante avvocato Lukas Bauer nel pittoresco villaggio di Ozval, tra le montagne del Sud Tirolo, scuote la tranquillità dei suoi abitanti. Bauer è intenzionato a rintracciare un ragazzo di nome Emil von Leiss e risolvere il caso della sua scomparsa. Ma quello che doveva essere un semplice incarico, acquista risvolti sempre più enigmatici che faranno comprendere a Lukas il prezzo da pagare per proteggere quanto di più prezioso custodiscono quelle montagne. Un tesoro che Emil ha intenzione di preservare, trovando in Lukas un prezioso alleato che sarà pronto a difenderlo, come gli edelweiss, i fiori meravigliosi che tanto decantano le leggende del luogo, così ben custoditi che nessuno può coglierli senza morire.

La dolcezza e la sensualità con cui Cristiano Pedrini entra nel cuore del lettore è assolutamente unica.

Non è il primo libro che leggo di Pedrini, ma se la delicatezza della sua penna è il tratto che accomuna ogni suo libro, la bellezza della storia e l’impatto che ha sui lettori è ogni volta una bellissima scoperta.

Non ho mai amato la montagna, se non per andare a sciare in inverno, ma in questo caso, ho ancora davanti agli occhi i luoghi narrati, i profumi che permeano l’aria nel naso e l’aria pulita e incontaminata sulla pelle. Questo perché? Perché durante la lettura vi troverete immersi nel verde, in questo paesino tra le montagne del Sud Tirol, tra laghi, ruscelli e sentieri magici e l’autore è talmente bravo a descriverli, che tu lettore, non puoi far a meno di immaginarti in quei meravigliosi luoghi.

In questo libro conosciamo Lukas ed Emil e se in un primo momento viene da pensare che tra i due non ci sia nulla in comune, continuando a scorrere le pagine vi ricrederete, perché il cuore puro, la dolcezza e l’amore che hanno questi due ragazzi sono esattamente identici.

Questo libro, non è solo una meravigliosa e pura storia d’amore, ma la trama intricata che c’è dietro, oltre a rendere la lettura piacevole, da quel pizzico di brio e pepe alla storia che arriverete alla fine del libro molto tempo prima di quanto speravate. Ebbene sì, se proprio devo trovare una pecca al romanzo, direi che è troppo breve. Non perché non sia ben articolato, solo perché, quando un libro ti incatena alle sue pagine, vorresti che non finisse mai.

Durante la lettura, vi imbatterete negli edelweiss, questi bellissimi fiori bianchi, conosciuti anche come stelle alpine, e ben presto vi renderete conto che l’animo di questi due ragazzi è puro tanto quanto questi magnifici fiori e non potrete fare a meno di innamorarvi un pochino di entrambi.

Un libro che mi ha fatto sognare e che sicuramente porterò nel cuore.

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *