Recensione “Whiterose: Come un fiore nella polvere” di Marta Arvati

 

 

 

“Era come me. Una combattente. Rotta dentro ma ancora in piedi; pronta a lottare se necessario, ma anche ad arrendersi. Caparbia. Ostinata. Non era abituata ad avere paura, come se in fondo vivere o morire non fossero poi concetti così diversi. Era tutto scritto nei suoi occhi.”

“Era un sopravvissuto, come me. Due reduci della battaglia con la vita, feriti, arrabbiati, corrosi dentro. Ognuno costretto a convivere con i propri incubi, e a fare i conti con le proprie scelte.”

Lui, un agente speciale della SWAT in missione. Lei, una prostituita in fin di vita, abbandonata in una stanza di un motel. Il loro incontro non potrebbe essere più brutale, la loro inspiegabile attrazione non potrebbe essere più sbagliata. Eppure, quando Ezra chiederà ad Evelyn di scegliere tra la prigione e un nascondiglio sicuro a casa sua, le loro vite finiranno per mescolarsi come fuoco e polvere da sparo, come un puzzle a cui sembrano mancare dei pezzi fondamentali, come qualcosa di troppo bello a cui non sai rinunciare. A volte, le seconde possibilità nascono dalle macerie, altre invece, è proprio in mezzo a quelle macerie che devi sprofondare per trovare la luce, sperando solo che non sia già troppo tardi. Sperando solo di riuscire a salvare te stesso e tutto quello che ora senti di dover proteggere, a qualunque costo.

Torna per la collana Darklove (Pubme), la penna versatile ed emozionante di Marta Arvati, con un Romantic Suspense (Hot) che sa di lacrime e sangue, di pericolose attrazioni, di scelte difficili e di anime a brandelli. Una storia che avrà bisogno di tutto il coraggio possibile per provare a rinascere dalle proprie ceneri, come solo una splendida fenice sa e può fare. 

Non c’è niente da fare, a me quest’autrice piace da impazzire e posso affermarvi con assoluta certezza che questa volta si è superata.

Sarà che il genere del libro, è uno dei miei preferiti, sarà che dove ci sono lacrime e dolore io sguazzo, ma posso assicurarvi che questo è un libro che dovete leggere per forza.

Mi sono innamorata di Ezra a pagina due e poco dopo mi sono infatuata terribilmente anche di Evelyn, mi sono presa a cuore le loro anime spezzate, il loro passato, i loro dolori e le loro paure e mi sono lasciata trascinare in questo tunnel fino a vedere la luce.

Il bello di questo libro non è solo la storia d’amore, ma anche tutto ciò che fa da contorno e si sa, quando c’è di mezzo la città di Detroit e la SWAT, secondo me il successo è assicurato.

Mi è piaciuto da impazzire il modo di raccontare la storia da parte dell’autrice, intervallando momenti di assoluta dolcezza con sprazzi di dolore e passione.

<il suo modo di scrivere rimane impeccabile libro dopo libro e questa nuova uscita ne è la certezza.

Non so cosa aspettare a cliccare su acquista, perchè credetemi non ve ne pentirete e amerete ogni singola pagina del libro. Vi innamorerete di ogni singola sfumatura, dal rosa al nero, gli stessi colori che animano le vite dei nostri splendidi protagonisti.

Da leggere? No, di più, è un libro che va assaporato e gustato…

ELEONORA

 165 total views,  1 views today

La nostra votazione

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA