Recensione “Volevo una quarantadue” di Tiziana Irosa

 

 

 

Allegra è una trentacinquenne come tante, e come tante è ossessionata dall’idea della dieta. Nella sua vita ne ha iniziate a decine, ma non ne ha mai portata una alla fine. La tentazione di mangiare supera di molto la voglia di digiunare e soffrire. Al ritorno da un week-end dove è stata all’ennesimo matrimonio-abbuffata, decide di uscire con gli amici di una vita per una serata all’insegna del divertimento e della spensieratezza. Per ricordarsene immortalano alcune scene. L’indomani mattina decide di inviare una di quelle foto a Valentina, la sua amica del cuore. Ma qualcosa non va per il verso giusto, e una di quelle immagini finisce nella casella di posta di un collega di Vale. Da quel momento un fitto scambio di e-mail farà nascere un sentimento profondo tra i due ragazzi. Allegra non conosce quasi niente di Richard, questo è il nome dello sconosciuto, ma ne è terribilmente attratta.

Allegra apre il suo cuore, ma non vuole incontrarlo per via delle sue rotondità. È sicura che se la vedesse per come si vede lei, una foca monaca, lui la mollerebbe seduta stante.

Un giorno, dopo aver provato l’ennesima dieta miracolosa proposta dal web, con risultati deludenti, si decide ad andare da una dietologa e a seguire un vero programma nutrizionale al quale affianca un’attività fisica regolare sempre più intensa. Ha deciso che è il momento di cambiare vita.

Insieme a Valentina andranno a tutte le prove gratuite nelle palestre di Bergamo e dintorni provando le discipline più strane, rischiando di rimanere offese.

Dopo mesi di continui scambi di e-mail Allegra e Richard decidono di incontrarsi, ma il destino ci metterà lo zampino. Quella sera Allegra conoscerà Killian e da quel momento tutto cambierà. Adesso ci sono due uomini nella vita di Allegra, due uomini così diversi che insieme si completano.

In tutto questo Allegra affronterà la sfida più importante: quella con sé stessa, la sua pigrizia e la sua acerrima nemica: la bilancia. Riuscirà ad arrivare all’agognata taglia 42?

La voglia di farcela, la voglia di rinascere, amarsi nel proprio corpo, sacrifici e privazioni per entrare nella famosa taglia 42.

Allegra, una trentacinquenne zitella e formosa, si impone una dieta ferrea per raggiungere il peso ideale, per piacerci, per piacere agli altri.

Tra diete e lavoro conosce, via e-mail, un certo Richard. Sarà amore a prima e-mail?

Non proprio, sboccerà una bellissima amicizia, parleranno di tutto e di più, mentre conoscerà il boss cattivo.

La scelta di Allegra sarà ardua: il boss o il ragazzo dolce della chat?

Si dividerà tra email e passione.

Ma l’innamoramento?

“L’amore è un processo chimico diviso in diverse fasi, che crea più dipendenza di una droga, ma di cui non possiamo fare a meno.”

E se trovassimo la formula molecolare dell’amore?

Cosa vi dice C43H66N12O12S2? L’amore secondo la chimica.

Lettura allegra e spiritosa, gli enigmi della protagonista ci terranno incollati alle pagine, e se poi, in tutto questo, l’amore metterà anche più di uno zampino, è il libro che fa per noi. Una lettura estiva, poche pagine, protagonisti gioiosi ed innamorati.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *