Recensione “ Unchained”- Serie: Tortuga #2 di Nykyo

 

Il Capitano Luka, comandante della Unchained, è un maroon, un ex schiavo sfuggito ai padroni, e nella vita ha un solo scopo: liberare il maggior numero possibile di fratelli e riunire le famiglie che i negrieri senza scrupoli hanno smembrato.

Stavolta il suo incarico è diverso. Rupert Egglestone è evaso dal monastero in cui era prigioniero e Luka, suo malgrado, ha ricevuto da Lord Egglestone, il padre del fuggiasco, il compito di riportarlo in Giamaica a qualsiasi costo.

Ha inizio un inseguimento serrato, in un susseguirsi di colpi di scena. Rupert e Luka arriveranno a scontrarsi ma anche a scoprire quante cose li accomunano, nonostante il ceto sociale differente e il colore della pelle. Attorno a loro nasceranno amicizie e legami profondi, fino al momento della resa dei conti con il crudele Conte inglese.

Con l’aiuto di vecchi amici e nuovi alleati, Rupert affronterà suo padre, una volta per tutte.

 

 

Hi readers Sale e Pepe, 

Oggi parliamo di un libro che aspettavo da molto tempo e che ho avuto il piacere di poter leggere in anteprima grazie a Triskell Edizioni. 

Sto parlando di “Unchained” secondo volume della serie Tortuga di Nykyo. 

 

Avevamo intravisto Rupert e saputo la sua storia già nel precedente volume della serie, “Barebones”: lui era il motore “invisibile” che aveva dato inizio e trainato le vicende che interessano il Capitano Lennox e la sua flotta. 

Su questo non aggiungo altro perché, anche se ritengo che i due libri si possano leggere separatamente, vi consiglio di recuperare il primo, per due motivi fondamentali: uno è meraviglioso, due è meraviglioso. 

 

Quindi andiamo da Rupert e Luka: quest’ultimo è un maroon, un ex schiavo sfuggito ai padroni, per cui apparentemente Rupert è la personificazione di tutto ciò che ha sempre odiato nell’umanità, un ricco uomo bianco, che tratta le persone che hanno meno di lui come fossero spazzatura e ancor di più, che disprezza i maroon come lui, peccato che questa sia la descrizione più lontana dalla realtà. 

 

“A volte perfino Luka faticava a comprendere l’assoluta semplicità con cui Rupert guardava il mondo: con una mente aperta, svelta a comprendere e lenta a giudicare.” 

 

Non sarà facile per Luka cambiare il proprio modo di pensare, capire che è lui a “sbagliare”, ma quando lo farà sarà anche la sua vita a cambiare per sempre. 

Quello che era odio si trasforma, prima in un senso di confusione e smarrimento, poi, piano piano, quando la verità viene a galla, i sentimenti tra loro nascono e crescono velocemente, diventano “amicizia” e quando questa si consolida, amore. 

 

“Amava Luka perché erano simili, si comprendevano dolorosamente, e lo amava anche perché, malgrado quell’affinità, erano molto diversi.”

 

Un amore complesso, nato dal dolore, ma soprattutto dalla comprensione reciproca, al di là delle differenze. 

Luka è più sanguigno, quasi senza mezze misure, protettivo verso ciò che ama, appassionato e vendicativo. 

Rupert è il suo opposto, più accorto, spezzato dal passato, ma anche pregno di un profondo senso di giustizia e di una forte morale, innocente per certi versi, ma leale fino al midollo. 

Forse proprio per queste differenze, quando sono l’uno con l’altro, riescono a trovare equilibrio, hanno due menti differenti, due cuori, ma sembrano avere un’unica anima. 

“«Resta il tuo coraggio,» gli disse. «Però mi piace che tu gli dia il mio nome.»”

Rupert e Luka sono complessi e, al di là del fatto che la loro è una storia bellissima, ho amato profondamente anche il loro percorso di crescita personale. Tra i personaggi meravigliosi non posso non menzionare uno dei “secondari”, ovvero Lupe, che rimarrà sempre nel mio cuore. Non dimenticherò mai la sua forza e il suo coraggio. Insieme a lei, Padre Gonzalo, Jibacoa e vediamo  anche il ritorno di alcuni personaggi di Barebones, tra tutti il Capitano Lennox e Jack Smith.

 

Lo stile di Nykyo è scorrevole, fluido e coinvolgente, uno stile perfetto per una storia che affronta tematiche dure: razzismo, omofobia, prigionia, dolore e morte. Temi che tratta con grande delicatezza ma anche con una profondità emozionante. 

 

Insomma, io vi straconsiglio questo libro, ma vi metto anche in guardia, perché, pur essendoci una bella storia d’amore, non è una lettura leggera, a volte vi farà male ma, fidatevi, ne vale la pena. 

 

Ps. meravigliose le illustrazioni di Amaerise 

 

5 stelle
5 stelle

firma Claudia

 138 total views,  1 views today

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA