Recensione “Una cartolina dall’aldilà” di Martina Longhin

Editore: ‎ Brè Edizioni; 1° edizione

Data di pubblicazione: 20 aprile 2021

Pagine: ‎ 151 

Genere: romance, suspence

Disponibile per Kindle Unlimited

Link di acquisto: Amazon

 

Roma, agosto 2018. Finalmente per Greta è arrivata la sospirata settimana di ferie. Può accantonare per qualche giorno il lavoro di interior designer e godersi il riposo. Quell’ultimo venerdì sembra non avere fine. Ma il destino decide di giocare le proprie carte. Proprio durante la pausa pranzo, un incontro casuale con un turista danese, Schani, scombussola tutti i piani. Una conoscenza che scava nell’animo della ragazza, che sgretola il dolore ancora forte per un passato da dimenticare. L’amicizia con Schani le regala emozioni sopite, ma la mette anche di fronte a un mistero. Un puzzle da ricostruire con tasselli sparsi in Europa. Un mosaico da comporre tra colpi di scena e scoperte inquietanti. Un romanzo dove domina la suspense, dove l’amore insegue il tradimento, la fiducia rincorre la diffidenza. In uno sfondo contornato da castelli meravigliosi e luoghi suggestivi si dipana un racconto incalzante ad alto livello adrenalinico.

 

Sì, lo confesso, non mi aspettavo niente di simile. All’inizio sembra tutto un altro genere e, invece, veniamo catapultati in qualcosa di inatteso, all’improvviso.

Se mi è piaciuto? Sì, tanto. Mi è piaciuto come scrive l’autrice e le modalità che ha usato per trasportarci dalla prima alla seconda parte.

La storia è intricata ma di facile lettura, la narrazione è scorrevole e i personaggi sono decisamente interessanti.

Greta è una donna delusa, tradita e non si fida della gente e proprio di fiducia si parla in questo romanzo. Riuscirà la protagonista a lasciarsi andare e a conoscere meglio questo tipo strano, bellissimo e che conosce tante lingue?

Shani non è chi dice di essere, ma a noi non importa perché piace sin da subito. Ovvio, la sensazione che qualcosa in lui non vada ce la portiamo dietro per tutto il libro e alla fine scopriamo la verità. Io non c’ero arrivata, sono curiosa di sapere se, invece, qualcun altro lo aveva capito.

 

Penso che ciò che ho apprezzato maggiormente sia stata proprio la parte che non mi aspettavo, mi ha sorpresa in positivo!

 

Ve lo consiglio, anche solo per come scrive l’autrice.

 

 

 

firma Claudia

 343 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *