Recensione “Un traghetto di ossa e oro (Soulbound Vol. 1)” di Hailey Turner

 

 

 

Patrick Collins lavora da tre anni per l’AOS, l’Agenzia per le Operazioni Sovrannaturali, quando gli dèi decidono che è il momento di riscuotere il suo debito con loro. Un immortale è scomparso a New York e continuano a spuntare cadaveri collegati a un rituale demoniaco che gli ricorda fin troppo quello dei suoi incubi.

Non potendo fuggire, si trova nuovamente ad affrontare i praticanti magici del Dominion Sect. Combattere da solo non è mai stata una tattica vincente, secondo la sua esperienza, ma sono passati anni dall’ultima volta in cui ha avuto un partner di cui potersi fidare.

Cercando alleati nei luoghi più sbagliati, scopre che il prossimo obiettivo del Dominion Sect è lo stesso licantropo che i Fati hanno gettato sulla sua strada. Si è sentito immediatamente attratto da lui, ma il desiderio non serve in guerra. Questo non gli impedisce di volere ciò che non dovrebbe avere. Jonothon de Vere è bellissimo, pericoloso e non porta altro che problemi, per il caso, per la lotta contro l’Inferno e, non da ultimo, per il cuore e l’anima di Patrick.

Alla fine, tutti i debiti devono essere ripagati e Patrick è costretto a fare ciò che gli riesce meglio: ingannare la morte.

Hi lettrici e lettori Sale e Pepe,

Oggi vi parlo di una novità kindle che aspettavo sin da quando la Triskell aveva annunciato di aver acquisito i diritti, perché, per chi non lo sapesse, il fantasy è il mio primo amore e poterlo vedere in sfumature MM mi ha reso molto felice, quindi eccoci/eccomi qui, facciamo la conoscenza di Hailey Turner e del suo Patrick.

Inizio col dire che questa lettura mi ha conquistata per via della storia generale, ma…si c’è un ma, in realtà ci sono state delle cose che hanno, per i miei gusti, appesantito la lettura e di conseguenza non mi hanno reso facile arrivare fino alla fine.

Il romanzo è molto introduttivo per cui è carico, strabordante direi, di informazioni, che si capisce siano messe per fare una presentazione generale e immettere il lettore nel mondo creato, ma che purtroppo ai fini della trama di questo testo specifico sono spesso ‘inutili” e quindi come dicevo pesanti.

Oltretutto, alcune di queste, vengono spesso ripetute, poiché leggendo ho capito che tecnica narrativa dell’autrice è quella di svelare un pezzetto in più di mistero ogni volta che lo nomina e quindi questo fa sì che il puzzle si componga pian piano, ma che il lettore debba “riascoltare” o meglio “rileggere” sempre le stesse cose e questo è qualcosa che mi ha destabilizzato un po’.

Al di là di questo la storia in sé mi è piaciuta molto e riesce a rimediare a questo “problema” che rimane comunque soggettivo.

Per questo sono assolutamente felice di aver letto questo libro perché mi ha ricordato tanto i fantasy stile shadowhunters che ho letteralmente adorato, ho travato un mix di magia, mitologia (adoro) ed elementi polizieschi/militareschi e di mistero, insomma c’è un po’ di tutto e nell’insieme sono ben amalgamati, ciò ha fatto sì che potessi passare oltre alla struttura narrativa e andassi avanti con curiosità ed entusiasmo per sapere cosa sarebbe successo a Patrick ed ai moltissimi personaggi secondari che lo seguono, affiancano e sostengono.

Tra i personaggi più importanti, solo di un gradino sotto Patrick che rimane il protagonista indiscusso di questa storia, troviamo Jono, di lui l’autrice non ci dà un quadro completo, ma ci svela solo alcuni retroscena della sua vita e de suo cambiamento dopo aver contratto il mutavirus ed essere diventato un licantropo. Jono è da subito disposto a stare al fianco di Patrick, aiutarlo, sostenerlo come deciso dai Fati, ma piano piano la chimica tra loro aumenta e quella che inizialmente era solo un’imposizione si trasforma diventato qualcosa di più profondo, anche se ancora nuovo e appena nato, ecco perché non vedo l’ora di leggere come la loro storia proseguirà, anche, e soprattutto, per quello che è successo nel finale (mi fermo per evitare spoiler).

La storia tra Patrick e Jono, però è solo una piccolissima parte di ciò che avviene in questo libro e voglio assolutamente sapere come gli Dei, gli Oracoli e il Fato metteranno alla prova Patrick e il suo eterogeneo e imprevedibile branco/famiglia.

PAYNE

ELEONORA

 

 369 total views,  1 views today

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *