Recensione “Un cielo buio” di F.V. Estyer

 

 

 

Una vita monotona. Una casa in periferia. Una fidanzata amorevole. Matthew sembra felice, e non si lamenta. Ma nasconde la sua vera natura e i suoi veri desideri

Poi un incontro casuale, ed è un incendio dei sensi.

La vita di Matthew è in bilico, e se di giorno appare come un normale ragazzo senza una storia particolare, quando cala la notte i suoi demoni prendono il sopravvento.

Ma Matt è stanco di lottare e decide di lasciarsi andare. Con gioia. Con coraggio. Fino a perdersi.


Una vita intera a nascondere un segreto, una vita intera a nascondere se stesso. Matthew, gay non dichiarato vive la sua perfetta vita omettendo la sua natura, la notte in un club libera le sue ossessioni e passioni.

Attraverso i sette vizi capitali, l’autrice ci porta in questo viaggio di scoperta, riscoperta e emozioni.

Mai scelta è stato più giusta, sette peccati capitali per descrivere l’ossessione di Matthew, sette vizi per far capire quanto di sbagliato ci sia nel suo modo di reagire al suo mondo perfetto.

Una doppia vita, un cuore a metà, un amore perfetto e un altro perverso, un viaggio all’insegna di emozioni e sofferenze, un viaggio per riuscire a capire il vero se stesso.

Questo libro è stata una vera scoperta, un romanzo ben strutturato, parole e frasi abbastanza cruenti, atmosfere da club da periferia, perversioni e ossessioni.

Può la vera natura risplendere?

Scopritelo.

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *