Recensione “Tutta colpa di una promozione” di Sara Pinko

 

 

 

Tutta colpa di… Questa frase potrebbe continuare in un milione di modi diversi, potreste addirittura completarla voi, perché quando nella vita le cose vanno male, c’è sempre qualcuno/qualcosa da incolpare.

Alcuni lo chiamano ‘destino’, ma questa volta per Jane Shot (giovane redattore capo di una brillante casa editrice di Londra), si tratterà di un’apparente e innocua promozione.

Prima di reclamare i suoi sogni di gloria, però, Jane sarà costretta a formare la persona che dovrà ricoprire la sua posizione e non ci sarebbe nulla di così trascendentale, se il tipo in questione non fosse: bello, sfacciato e molto, troppo bravo nel suo lavoro.

Avete presente il Signor Sbagliato per eccellenza? Ecco, Cole Jensen, con i suoi ricci neri e quegli occhi azzurri da infarto assicurato, potrebbe vincere a mani basse il premio dell’anno in quella categoria.

E se di mezzo ci fosse un weekend inaspettato in famiglia, un viaggio in Islanda e un passato da cui Jane non si è ancora del tutto ripresa? Non chiedeteci come né perché, ma all’improvviso Mr Sbagliato diventerà l’unica opportunità per Jane di fingere che tutto funzioni ancora nella sua vita, dopo ‘quel’ tragico incidente.

Tra un finto fidanzato, una ex pronta a minare tutte le sue certezze lavorative e un mucchio di fraintendimenti in procinto di bussare alla sua porta, Jane dovrà scegliere se rimettere il cuore in gioco e puntare tutto su un amore che promette nuovamente di mandarla in frantumi.

Mi è piaciuta moltissimo la trama di questo romanzo, ha saputo con la sua sottile ironia e semplicità prendermi e colpirmi subito.

Jane e Cole ne sono i protagonisti e rappresentano l’amore con i suoi infiniti e inaspettati imprevisti, prove da superare.

Una storia che ti insegna che non sempre bisogna aspettare prima di agire, che la vita è adesso e, molte volte, le scelte sbagliate portano, inaspettatamente, alla felicità.

Jane apprende tutto questo e ascolta semplicemente il suo cuore.

Di Cole, oltre a pensare che sia un personaggio estroverso ed affascinante, posso dire che ho messo al secondo posto il suo aspetto esteriore solo per assaporare a pieno il suo animo sensibile e pieno d’amore.

La scrittura è ben curata, leggera, molto scorrevole e senza ombra di dubbio piacevole.

zara

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *