Recensione “THE LIONESS Lorelay” di Elle Razzamaglia

 

 

 

Lorelay Lioness, fin da bambina, ha sempre avuto un carattere difficile e un rapporto alquanto conflittuale con sua madre. Di contro, il debole, che nutriva nei riguardi di suo padre, negli anni è diventato una vera e propria ossessione. Impossibilitata a far separare i suoi genitori, in modo definitivo, decide di staccarsi lei stessa dal nucleo famigliare. Appena diventa maggiorenne, fa causa al magnate Leon Lioness e chiede di poter entrare in possesso della quota, a lei spettante, del suo patrimonio.

Il processo inasprisce, oltremodo, l’indole dissennata e instabile di Lorelay, che, pur di vincere la sua battaglia, si inabissa in un universo pieno di incognite, nel quale rimane intrappolata.

Vince la guerra contro suo padre e, proprio quando crede di essere finalmente libera, si ritrova prigioniera di sé stessa. Giorgia le offre tutto il sostegno di cui ha bisogno e subisce, più di quanto una madre è richiamata a fare, per un figlio. È determinata a farla sentire amata e apprezzata, nonostante la scelta del resto della famiglia, di prendere le distanze da Lorelay.

Perché Lorelay è diversa dagli altri figli, di Leon e di Giorgia?

Chi o cosa l’ha trasformata, in una donna priva di scrupoli? Perché è rancorosa, a livelli inenarrabili?

Se in alcuni libri cercherai e troverai il sogno d’amore, in altri ci sarà la storia o l’avventura, in questo la contraddizione, lo sconvolgimento emotivo, l’irrazionalità saranno i veri protagonisti.

Come può un rapporto conflittuale madre-figlia portare a tanto?

Irragionevole, irreale, irrazionale, l’odio di Lorelay nei confronti della madre Giorgia ci lascerà senza parole e senza più ragione di esistere.

Non è stato un libro semplice da leggere e da digerire, una lettura complessa che porta dietro di sé un fardello emotivo che non ha eguali.

Complesso, complicato, machiavellico e distruttivo, il carattere di Lorelay verrà messo a nudo nelle sue insicurezze, nelle sue paranoie, nelle sue paure, nelle sue certezze e il suo stato d’animo alterato verrà messo a dura prova.

Disturbo ossessivo compulsivo? Bipolarismo? Vi dice niente?

Gli studi dietro a questo libro sono stati metodici e produttivi, rendere vera e allo stesso tempo irreale una protagonista non è da tutti.

E’ vittima e carnefice, pezzi di un puzzle mal riposti nella grande famiglia Lioness.

Ho iniziato la serie de “Il matrimonio”, mi mancano parecchi volumi per dirla finita del tutto, e avevo paura che leggendo questo lo spoiler fosse d’obbligo, eppure riesci a concentrarti su Lorealy, su Giorgia, su quel rapporto corrosivo e spezzato di madre e figlia.

“Solo l’amore può salvare e guarire l’anima di Lorelay”, la speranza di una madre.

Affrontare il mondo, affrontarlo di petto, vederlo sgretolarsi o prendere vita sotto ai propri occhi, un carattere forte dentro la sua prigione, ma debole fuori le mura.

Sono ancora scioccata dalla lettura, indebolita psicologicamente, incapace di intendere e di volere per lo shock.

Vari punti di vista entrano in scena, ci saranno Giorgia e Leon, ci sarà anche Zeus, che sarà l’anello di collegamento, non ci sarà l’amore né la passione, non ci saranno colpi di fulmini e la realizzazione di un sogno.

Condanne, processi, dolore e lacrime, incomprensioni, castighi, allontanamenti e…

Vi aspetterà molto in questo libro e vi lascerà il niente tra le mani e un caos nella mente, uno scompiglio nel cuore.

ELEONORA

La nostra votazione

Pubblicato

in

da

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *