Recensione “Snowdrop road” di F. Sally D.

 

 

 

 

Imogen Hamilton fa lo stesso sogno ormai da quindici anni. Tempo in cui ha cercato di dimenticare il giorno più brutto della sua vita. Ricca di famiglia e sul punto di avere un futuro da favola, in realtà cerca solo un pretesto per scappare e tornare a respirare.

Shay Brooks non ricorda più niente del giorno più brutto della sua vita, niente tranne lei. Distrutto dall’alcol, perso in incontri occasionali senza importanza e vittima dei pregiudizi della gente, sente di essere ormai spezzato irrimediabilmente.

Il malore di una persona a lei cara, costringerà Imogen a tornare tra le montagne del Vermont, dove si nascondono tutti i terribili segreti della sua famiglia. Alla ricerca di risposte, nel cuore di Snowdrop, incontrerà l’unica persona che avrebbe dovuto dimenticare e s’innamorerà della bestia che c’è in lui. Ma se la verità fosse troppo per entrambi? E se davvero tutti e due avrebbero solo dovuto cancellare quello che hanno visto nel bosco? Eppure, Imogen non può dimenticare, perché le cose brutte non si dimenticano. Mai.

LEI AVREBBE DOVUTO DIMENTICARLO. LUI NON RICORDA CHE LEI, una frase capace di racchiudere l’intero libro.

Bellissimo, stupendo e completo.

Un libro che non pecca in niente, dialoghi perfetti, storia intrigante, un passato oscuro da scoprire, la Bestia che diventa principe, la principessa da salvare, o meglio la principessa che salva l’anima del principe, un epilogo non scontato, colpi di scena ben dosati, un amore che lascia senza fiato.

Entrambi bloccati tra gli alberi di Snowdrop, in un giardino di bucaneve, così profondamente incastrati nel passato e quegli occhi blu, che non si dimenticano.

“Non erano i principi che salvano le principesse”?

Qui la principessa riesce a trovare, sotto la spoglia di una Bestia, il principe dei suoi sogni tormentati. Trovare dentro quell’anima dannata la parte buona, “starà giocando ancora a nascondino, sta ancora contando e aspetta solo che qualcuno riesca a trovarla.”

“Cerco i suoi occhi, la costringo a guardarmi. Lei alla fine lo fa e mi buca il petto a furia di quel blu così diverso dal mio, ma fottutamente perfetto per me”

“Sento che continuare a stargli accanto, porterà me in un luogo buio e pericoloso da cui non riuscirò più ad uscire e so di non essere abbastanza forte per lasciarglielo fare”

Una storia di bugie, bugie che hanno rovinato una vita, due famiglie, hanno spezzato due anime che solo insieme riusciranno a ricomporsi.

“Due cazzo di rette parallele, destinate a non incontrarsi mai, ecco cosa siamo io e lei.”

“Ho l’impressione che la mia principessa sia pronta a diventare la strega cattiva della mia maledetta favola e io non sono così sicuro di voler lasciarglielo fare.”

Una maledetta favola nel presente, un passato oscuro e una bugia che ha cambiato tutto.

“Tutti, Shay. Tutti si sono dimenticati di te. Tutti… tranne… me” completamente, dannatamente, incomprensibilmente innamorata di lui.

“Lei mi fa sentire così: dannatamente rotto e perfettamente intero.”

“Così la Bella s’innamorò della Bestia”.

Un epilogo sofferto, una storia che ti entra dentro, che ti scalfisce un cuore debolmente compromesso dal dolore, una favola maledetta.

In un campo di fiori che ha resistito anche ai peggiori inverni, un amore che sopravvive a qualunque costo.

Our Score

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie affinchè l'utente abbia una migliore esperienza nell'utilizzo. Se continui a navigare nel sito stai dando il tuo consenso all'accettazione dei cookie e della nostra policy sui cookie.     ACCETTA